esercito
Sport

Alessandro Binello di nuovo da record nel cielo di Fano

I quattro paracadutisti dell’Esercito (gruppo Folgore di cui fa parte l’astigiano) nell’ultimo weekend, insieme ad altri cinque compagni di avventura (tutti «civili») hanno stabilito sui cieli di Fano due nuovi primati italiani nella specialità della caduta libera denominata «Sequential in Head up»

Alessandro Binello di nuovo da record nel cielo di Fano

Sono tornati in volo da poche settimane: l’emergenza covid non aveva risparmiato neppure il mondo «alato» del paracadutismo. Questo non ha però impedito a chi fa di questa disciplina adrenalinica una professione (per pochi) o anche solo una passione di riprendere a pieno ritmo gli allenamenti, arrivando subito a stabilire nuovi record dell’estremo.
E’ il caso di quattro paracadutisti dell’Esercito (Folgore) che nell’ultimo weekend, insieme ad altri cinque compagni di avventura (tutti «civili») hanno stabilito sui cieli di Fano due nuovi primati italiani nella specialità della caduta libera denominata «Sequential in Head up» (lancio da 4 mila metri, volo verticale a oltre 300 km l’ora e formazione di figure in assetto «seduto»: più facile a dirsi che a farsi ovviamente a quella velocità e nei pochi secondi disponibili). Della squadra Esercito guidata da Andrea Cardinali, con Marco Soro e Stefano Falagiani, faceva parte l’astigiano Alessandro Binello: un team plurimedagliato che ha già conquistato due bronzi mondiali e svariati titoli italiani assoluti, record compresi. E’ una delle punte di diamante del Ras (Raggruppamento attività sportive) della brigata paracadutisti Folgore, a Pisa, reparto nel quale presta servizio l’elite dei paracadutisti atleti dell’Esercito e di tutte le forze armate italiane. Un’esperienza, quella agonistica, che viene poi messa a disposizione, in fase di addestramento e formazione, di tutti i paracadutisti militari e delle forze speciali. Da segnalare che la formazione «allargata» ai nove componenti nel gruppo del doppio record ha stabilito anche un nuovo primato europeo, non omologato ufficialmente solo per un problema burocratico di registrazione del record.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo