Asti Volley, rimonta firmata col cuore
Sport

Asti Volley, rimonta firmata col cuore

Sotto di un set, le giovani astigiane superano il Villa Cortese vincendo il secondo parziale per 25-21 e il terzo 25-20. Il team raggiunge quota quattro gare consecutive a punteggio, mentre ora arriva una pausa utile a recuperare le infortunate

Nel momendo più delicato della stagione, l’Asti Volley prosegue nella serie di risultati positivi, segno di una continuità e solidità frutto del lavoro e della dedizione. Con la vittoria sul Villa Cortese di sabato, salgono a quattro le gare consecutive che hanno portato punti al team di coach Rondinelli. Anche senza elementi di primo livello come Piolanti e Bernabè, la squadra ha reagito alla grande con un sorprendente apporto di giovani talenti come l’alzatrice Paternoster e la centrale Cogliandro.
«Sono molto soddisfatto della prestazione – racconta Rondinelli -. Ci sono assenze importanti, ma chi entra fa sempre bene: questo indica che lo staff sta facendo un buon lavoro e le ragazze hanno voglia di migliorare».

Un’analisi che parte dalle scelte, davvero obbligate, che il coach astigiano ha affrontato sabato sera. La giovane Paternoster (’97) in cabina di regia, Borgna e Cortelazzo in banda, Marcolina opposto, al centro Vinciarelli e Cogliandro (’96), Barbieri libero. La gara si mette subito in salita: «Da loro è rientrata a sopresa la Perinelli, ottima schiacciatrice. Avevamo preparato la gara diversamente – spiega Rondinelli -, e ci abbiamo messo un po’ a trovare le contromisure. Poi tutto si è aggiustato al meglio».

In effetti, perso il primo set 20-25, le astigiane cambiano registro e trovano il giusto ritmo. La ricezione cresce così come il gioco in attacco e soprattutto il muro. Villa Cortese perde il secondo (25-21) e pure il terzo (25-20). Ormai alle corde, le lombarde si arrendono sul 25-22.
Adesso arriva la pausa che servirà per recuperare le infortunate. «Faremo un richiamo atletico, e chi è più indietro lavorerà per tornare al meglio. Non guardiamo ai playoff – chiude Rondinelli -: pensiamo a una partita alla volta».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo