La Nuova Provincia > Sport > Barbero e Baretto primi nella Corsa del Panettone
Sport Asti -

Barbero e Baretto primi nella Corsa del Panettone

Buona partecipazione per l'evento podistico durante le festività natalizie

Barbero e Baretto primi nella Corsa del Panettone

Il giorno di Santo Stefano ad Asti è ritornata la Corsa del Panettone, giunta alla 45esima edizione organizzata dal Dopolavoro Ferroviario di Asti. Sono partiti per questa non competitiva ben 317 runners che sono andati verso Variglie per affrontare la salita di Borgomale per poi tornare al Dopolavoro, che da poco è stato ristrutturato. Come è ormai tradizione anche quest’anno parte dell’incasso sarà devoluto al CEPIM Centro Down di Asti, opportunità e diritti per le persone down. Finiscono per primi la corsa, Simone Barbero (Atletica Alba), di Vezza d’Alba esordiente alla Corsa del Panettone, Damiano Freiburger (Pro Sesto Atletica), e Achille Faranda (Brancaleone Asti). Seguono Antonio Petrizzo (GP Cartotecnica) e Andrea Audisio (Atletica Alba). In campo femminile, dietro Iris Baretto (Trionfo Ligure) sono arrivate Giovanna Caviglia (Atletica  Alessandria) e Lucia Natalicchio (Gsr Ferrero).
Molto soddisfatto il presidente della sezione podismo del Dlf, Luigi Alberti: “Abbiamo sempre dei numeri alti. Vuol dire che la Corsa del Panettone piace. Al Dlf è sempre una festa e si corre in pieno spirito natalizio. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno collaborato alla buona riuscita della manifestazione e in particolare gli sponsor”. Momento toccante quando consegna alla Brancaleone un ritratto di Cesare Fiora e Francesco Fantauzzi, due podisti indimenticabili piu’ volte partecipanti alla corsa, deceduti nell’anno, la cui presenza sembra essere sempre presente in mezzo ai partenti. Le società più numerose sono state: Brancaleone Asti (42 iscritti), Gate (37), Ferrero (33), Vittorio Alfieri (31), Dlf (18) e Podisti Albesi (14). Segnaliamo anche il finale di preoccupazione per Luca Rozzo, l’atleta del GSR Ferrero, che il 1° gennaio compirà 38 anni, che a pochi metri dal traguardo ha accusato un malore. E’ stato soccorso in prima battuta da Giovanna Caviglia, il medico runner oggi 2^, che come spesso accade si mette a disposizione quando purtroppo servono le sue conoscenze lavorative. E’ stato portato in ospedale con l’ambulanza e poi rilasciato. Giovedi’ sera tra l’altro, una telefonata fra i due, il ringraziamento di Luca che nel momento del soccorso non era cosciente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente