La Nuova Provincia > Sport > Carla Casamassima e Matilde Morando, talenti del calcio sulle due sponde della Mole
Sport Asti -

Carla Casamassima e Matilde Morando, talenti del calcio sulle due sponde della Mole

Amiche e compagne di banco, con la comune passione per lo sport: giocheranno nella Juventus e nel Torino

Carla Casamassima e Matilde Morando, talenti del calcio sulle due sponde della Mole

Storia di amicizia e passioni comuni, per un presente, e si spera un futuro, nel mondo del calcio. Carla Casamassima e Matilde Morando sono due calciatrici di grande prospettiva e, soprattutto, dividono il banco di scuola da tempo. Inseguono sogni comuni a tanti giovani atleti, come quello di spiccare il volo verso società blasonate e, chissà, poter percorrere orme simili a quelle di Sara Gama o Barbara Bonansea.
Dopo cinque anni di Scuola Elementare fianco a fianco, inseguendo il pallone nell’Astigiano, il loro futuro scolastico sarà alle Scuole Medie, magari nuovamente nella stessa classe. Quello agonistico ha i contorni blasonati di due esperienze in società diverse ma comunque da ricordare, sulle due sponde della Torino calcistica. Con i piedi ben piantati a terra e la voglia di divertirsi (e crescere) mantenendo vivo il filo virtuale che lega le loro passioni comuni.
Carla Casamassima, classe 2009, è il classico numero dieci: piedi fatati, visione di gioco, senso del gol e dell’assist al servizio delle compagne. Un modello, Roberto Baggio, che rappresenta un talento di razza della storia del calcio mondiale. Dopo essere sbocciata nell’Asd Pro Villafranca, guidata dal papà mister, Carla è stata scelta dalla Juventus Women, dove è attualmente il capitano della squadra 2009. Con le sue giocate a effetto sta facendo parlare di sè parecchio e inorgoglire gli appassionati di sport locali.
Matilde Morando, anch’essa nata nel 2009, i gol invece li evita: portiere di qualità, sulle orme del papà Andrea, che ha giocato tra i pali per una trentina d’anni, e del fratello Federico, estremo difensore dell’Orange Futsal Asti di Serie B. Da due anni era in forza alla Scuola Calcio Astigiana del presidente Gianluca Castrignanò, successivamente ha svolto alcune sedute di allenamento a Vinovo con la società bianconera, assieme alla compagna di banco Carla. Nel periodo estivo le cure sportive della Scuola Portieri “La Cruz” di Willy Vignati hanno esaltato le sue doti e le hanno permesso di progredire in modo esponenziale, attraverso allenamenti specifici. A tal punto da attirare le attenzioni degli osservatori granata, che hanno portato, per la stagione 2020-2021, la giovane Matilde a vestire i colori del Torino F.C., per una nuova, elettrizzante avventura-
Due amiche sulle sponde diverse della Mole, un futuro a tinte diverse ma con un fondamentale comun denominatore: l’amicizia. Carla e Matilde inseguono i propri sogni, distanti ma vicine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente