Chentre-GrimaldiIlGrappolo2022
Sport
Motori

Chentre e Grimaldi cercano conferme al Rally d’Alba

Da San Damiano d’Asti ad Alba con il podio assoluto sempre nel mirino per il Team D’Ambra. Atto terzo nella stagione del CRZ Prima zona che passa dalle colline di Monferrato a quelle di Langa

Da San Damiano d’Asti ad Alba con il podio assoluto sempre nel mirino per il Team D’Ambra. Atto terzo nella stagione del CRZ Prima zona che passa dalle colline di Monferrato a quelle di Langa con il Rally di Alba. Una gara in cui Elwis Chentre e Fabio Grimaldi a bordo della Skoda Fabia Rally2 Evo incroceranno il massimo campionato tricolore.

Stesse prove speciali anche se format ridotto nei chilometri per il driver valdostano ed il navigatore astigiano impegnati a difendere e consolidare il primato nella graduatoria di campionato.

Chentre-Grimaldi sono reduci dalla netta vittoria al Rally Il Grappolo e proveranno a ripetersi sempre a bordo della Fabia curata dalla factory di Riva Presso Chieri (Torino).

«Proseguiamo sulla scia di quanto fatto a San Damiano, anche se cambierà la tipologia delle speciali. Una corsa impegnativa per le caratteristiche di prove con cambi continui ma anche mutevole grip del fondo. Fondamentale il set-up ma come la scelta degli pneumatici e mescole per andare subito all’attacco» commenta Chentre. Il driver di Roisan non nasconde le ambizioni: «con Fabio (Grimaldi, ndr) si è già creato un ottimo feeling ed una comune visione. Mario D’Ambra e tutto il team sono altrettanto motivati. Dunque vogliamo confermarci al vertice cercando di raccogliere il massimo in chiave CRZ, avendo la gara di Alba coefficiente maggiorato ad 1,5».

«Sono di nuovo sulle strade di casa. Se a San Damiano ormai risiedo l’Alba di fatto passa tra le mie vigne, con la speciale di Cossano proprio in mezzo» aggiunge Grimaldi. «Fare bene è l’imperativo. Si strizzava l’occhio all’assoluta ma davanti partirà una Wrc Plus a cui lasciamo 100 cavalli. Proveremo a dire la nostra nelle parti più guidate, senza però correre rischi eccessivi» aggiunge il “naviga”.

Infatti sulla Fabia Evo nero-verde fluo by D’Ambra ci sarà la tabella numero 2, alle spalle della Citroen Wrc Plus di Alessandro Gino. Dietro quelli che sono gli avversari di Chentre-Grimaldi nella classifica del CRZ, tra cui Jacopo Araldo con cui si rinnoverà il confronto già vissuto a Il Grappolo.

«L’affiancamento con la prova del CIAR permetterà anche un confronto in termini cronometrici con gli equipaggi che gareggiano sulla scena dell’italiano» conclude l’equipaggio.

Chentre-Grimaldi difenderanno sulle strade langarole sempre i colori della scuderia New Driver’s Team.

Rally di Alba che scatterà venerdì (alle 18) dalla capitale delle Langhe per affrontare le prime due prove speciali. Sabato le restanti quattro, in coda al primo dei due giri dei concorrenti nella gara valida per l’Italiano, con arrivo (alle 15) ad Alba. Sei “piesse” per complessivi 68,50 chilometri cronometrati lungo un percorso che ne misura quasi 260.

Ad accompagnare il Team D’Ambra nella Coppa Rally Aci Sport 2022 ci sono le aziende AB Impianti, Cemental, Biesse Forniture elettriche e Basso Meccanica Asti.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo