Cerca
Close this search box.
8448DD88-C065-4F40-8CF9-27E5FB525358
Attualità, Sport
Galleria 
Motori

Dopo 75 anni la mitica 1000 Miglia torna ad Asti

Presentazione in grande stile per un evento ricco di fascino

La Mille Miglia del 1948, fu una delle ultime gare che vide tra i protagonisti Tazio Nuvolari. Già minato dalla malattia non riuscì a contrastare uno scatenato Clemente Biondetti che al volante della Ferrari 166 S coupé Allemano bissò il successo dell’anno precedente. Due edizioni in cui Asti fu sede di tappa della “Gara più bella del mondo”. A distanza di 75 anni la 1000 Miglia, ritorna a toccare le strade dell’astigiano, entrando nel cuore della città con un controllo a timbro fissato in Piazza Roma. A precedere gli oltre quattrocento partecipanti della 1000 Miglia ci saranno i centocinquanta iscritti del Ferrari Tribute 1000 Miglia 2023e “1000 Miglia Green” che transiteranno in un esclusivo défilé nelle vie del centro storico di Asti e ritroveranno la città riconosciuta nel mondo come la capitale del vino e per la sua gastronomia di qualità.

Il tutto inserito nel programma di “Weekend in rosso” che si svolgerà dal 16 al 18 giugno ad Asti. Presentato venerdì scorso in una gremita sala Platone del Comune di Asti, da Maurizio Rasero sindaco e presidente della Provincia di Asti, Riccardo Origlia Assessore al Turismo, Manifestazioni e Promozione del Territorio, Presenti anche Giuseppe Cherubini Vicepresidente del Comitato Operativo di 1000 Miglia e Roberta Bellesini delle Creative che cureranno la tre giorni gastronomica con Winwstrett.

Pochi minuti dopo le 18, quando inizia l’appuntamento programmato per i media ma aperto ad istituzioni e alla cittadinanza sul grande schermo della sala inizia la proiezione delle passate edizione della 1000 Miglia.

Sarà un grande festa – ha esordito Maurizio Rasero siamo orgogliosi di ospitare la 1000 Miglia e sono convinto che la città sarà all’altezza. Grazie a chi ci ha creduto.” E virtualmente appone una medaglia sul petto del suo braccio destro, l’assessore pluri-delegato Riccardo Origlia che ha saputo sviluppare un progetto ambizioso e di non facile risoluzione trovando anche le giuste sinergie e i collaboratori in grado di sviluppare e organizzare l’evento.

Chiedo scusa per la lunga attesa durata 75 anni – ha esordito Giuseppe Cherubini, vicepresidente del Comitato Operativo 1000 Miglia, nella sua presentazione ma voglio ringraziare le istituzioniper il notevole supporto che ci hanno dato.” E poi si entra nel vivo. “Saranno oltre 400 – ha comunicato Cherubini – le auto storiche che transiteranno nel centro della città di Asti. Questo avverrà il 16 giugno durante la quarta tappa. Ci saranno anche i partecipanti del “Ferrari Tribute” e quelli della corsa “Green”.

Per un appassionato di automobilismo poter partecipare alla organizzazione della 1000 Miglia è sicuramente un grande momento. Riccardo Origlia confessa tutta la sua gioia ed emozione: Con l’organizzazione del “Weekend in rosso” – illustra l’assessore – abbiamo voluto dare un valore aggiunto a questo evento straordinario con le nostre eccellenze: enogastronomia, arte e cultura”. Con questo fa un assist a Roberta Bellesini, delle Creative ma anche presidente dalla Biblioteca Giorgio Faletti ceh annuncia che Nel festival Pasaptout ospiteremo Prisca Taruffi figlia del famoso pilota.E poi ancora “Con Winestreet che è il più grande quartiere gastronomico di Asti abbiamo deciso di aggiungere il pranzo della domenica alle cene del venerdì e sabato sera alle degustazioni che coinvolgeranno 44 locali del centro storico”.

Ancora due eventi programmati nel cartellone del fine settimana. Li descrive Origlia: ”Non solo rosse” Mostra di Design e Foto con l’esposizione di disegni del maestro Aldo Brovarone (presente in sala il nipote Cesare) maestro designer automobilistico di svariati modelli italiani di successo e l’esposizione di oltre un centinaio di immagini del fotografo pubblicitario Enzo Isaia che con i suoi selezionati scatti parla dell’automobile, si compone una mostra molto singolare. Sarà anche esposta la FIAT Topolino del 1940 del proprietario Fabio Gaiotto che proprio nel ’48 corse la Mille Miglia. Mostra unica e irripetibile che sarà presentata, grazie alla disponibilità della Fondazione Asti Musei che ha messo a disposizione il prestigioso sito di Palazzo Mazzetti, dal 5 giugno al 2 di luglio. Ed infine dal 17 al 18 giugno andrà in scena la 13^ edizione del Concorso Teatrale Scintille che si svolgerà in palazzi e cortili del centro storico cittadino, organizzato dall’Assessore alla Cultura Paride Candelaresi.

Un programma per i palati fini e per tutti i gusti.

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link: https://whatsapp.com/channel/0029Va8jc2O0LKZAUYo2g63v

Scopri inoltre:

Edizione digitale