aaa
Sport
Equitazione

Enrico Pavese, orgoglio astigiano al “Freio Do Proprietário”

Il giovane imprenditore edile ha partecipato in Brasile alla gara ufficiale per la selezione della razza Criolla

Si è svolta a fine settembre a Esteio, Rio Grande Do Sul, in Brasile, la fase finale del “Freio Do Proprietário”, gara ufficiale per la selezione della razza Criolla dedicata a tutti i concorrenti non professionisti.

Grazie al progetto internazionale “Em Busca Do Cavalo Crioulo”, ideato e gestito dal fotografo verdeoro Fagner Almeida, uno dei migliori fotografi di cavalli al mondo, Enrico Pavese, appassionato della razza, allevatore e vicepresidente dell’ANACC (Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Criollo) è stato invitato come ospite internazionale fuori concorso.
Enrico, giovane imprenditore edile astigiano, collabora con la moglie Ilenia nella gestione di una ASD a Incisa Scapaccino (AT), il Traditional Ranch, dove, oltre alle attività tipiche di maneggio, si svolgono anche lezioni di equitazione western e ippoterapia dedicata ai disabili e all’organizzazione di trekking di più giorni.

Grazie alla sua passione per il cavallo di razza criolla, sviluppata negli ultimi anni con diversi viaggi in Uruguay e Brasile, Enrico si è dedicato soprattutto alla doma e all’addestramento del cavallo e principalmente alle prove funzionali tipiche dei Paesi di origine, che esprimono la versatilità che la razza ha nei diversi lavori del Gaucho nelle Estancia Sudamericane.
Enrico, a partire dal 2018, ha partecipatoa diversi stage e corsi presso i centri di addestramento di alcuni tra i più importanti professionisti del “Freio De Ouro”, la gara più importante per la selezione della razza che si svolge ogni anno in Brasile e che attira migliaia tra allevatori e appassionati.
Partito agli inizi di settembre, dopo un breve periodo di adattamento alla cavalla messagli a disposizione da uno degli allevatori più importanti attualmente in Brasile, ha anche partecipato a due stage di preparazione alla gara con due professionisti del settore.

Durante la competizione, supportato a distanza da parenti e amici “online”, prova dopo prova ha conquistato il pubblico locale grazie alle sue innate capacità di cavaliere. E con risultati che rendono tutti orgogliosi per aver così bene rappresentando il nostro Paese nella culla della razza criolla. Alla fine dei diversi verdetti, il punteggio medio risultava addirittura più alto del primo della gara ufficiale.

Premiato dal Presidente ABCCC (Associazione Allevatori Cavallo Criollo Brasiliana) con uno speciale riconoscimento, ora è atteso a casa per i festeggiamenti che merita. E al suo rientro inizierà il lavoro di preparazione alla 2ᵃ edizione del “Freno de Europa” che si svolgerà a Verona tra il 3 ed il 6 di novembre 2022 durante la 124ᵃ edizione di Fieracavalli. Competizione che Enrico già ben conosce, avendo vinto nella 1ᵃ edizione del 2019 il 1°, 2° e 3° posto su tre diverse cavalle criolle addestrate presso il Traditional Ranch.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo