La Nuova Provincia > Sport > Etinosa Oliha torna sul ring il 5 dicembre contro Lezzi a Brescia
Sport Asti -

Etinosa Oliha torna sul ring il 5 dicembre contro Lezzi a Brescia

La difesa del titolo del "Chapo", imbattuto campione italiano della Skull Boxe di Greguoldo, slitta a inizio 2021

Etinosa Oliha torna sul ring il 5 dicembre contro Lezzi a Brescia

Non si ferma il percorso agonistico della stella astigiana del pugilato Etinosa Oliha, al netto delle palesi difficoltà legate alla pandemia che certamente sta rallentando la maggior parte degli eventi sportivi. L’allievo di coach Davide Greguoldo alla Skull Boxe Asti è pronto a incrociare nuovamente i guantoni con un avversario agguerrito il prossimo 5 dicembre. Una tappa intermedia, per poter perfezionare i meccanismi in attesa di un 2021 che si profila denso di appuntamento.

“El Chapo”, atleta classe 1998, ha conquistato lo scorso febbraio sul ring del Pala Errebi San Quirico, di fronte a un’ottima cornice di pubblico, il titolo italiano dei pesi medi, battendo ai punti il campano Carlo De Novellis e mettendosi alla vita così la vacante cintura tricolore. Successivamente, nel mese di agosto, Etinosa ha avuto la meglio sempre ai punti sul veneto Andrea Roncon Junior. Una conferma di forza di fronte a un avversario certamente inferiore ma affrontato in trasferta e superato con giudizio unanime al termine di una sfida letteralmente dominata. Il programma di fine 2020 di Oliha sembrava definito: difesa volontaria del tricolore e, nel caso di vittoria, possibilità di prepararsi al meglio per un 2021 con all’orizzonte opportunità internazionali. Era a calendario per il prossimo 5 dicembre sul ring di Brescia l’incontro per il titolo contro il forte campano Salvatore Annunziata, boxeur dal curriculum importante, e con un cartellino di livello (21 vittorie e 6 sconfitte tra i professionisti). L’avversario ha tuttavia abdicato, deciso probabilmente a ritirarsi dalle scene, ecco quindi che la “Loreni Boxe” ha optato per un incontro sulle 8 riprese senza titolo in palio. Avversario dell’imbattuto astigiano, che vanta undici vittorie in altrettanti match da “pro” con 5 affermazioni per ko, il barese Francesco Lezzi, antagonista sulla carta alla portata (12 vinti, 16 persi, 2 pari in carriera). Il coach della Skull Boxe Canavesana, Davide Greguoldo, tiene però la guardia alta: «Eti essendo professionista ha proseguito la preparazione in queste settimane difficili – ammette il Maestro – Tra poche settimane sfiderà Lezzi, che ha un record negativo ma è pugile di abilità ed esperienza. Da youth, infatti, ha affrontato incontri prestigiosi e dovremo prepararci al meglio».

Per l’inizio del 2021 c’è all’orizzonte la difesa del titolo: avversario di Oliha dovrebbe essere Fabio Mastromarino, atleta romano battuto dal campione nel difficile match per l’Italiano WBC tre anni fa: i due giovani emergenti (Mastromarino ha un record di 8 vittorie, un pari e una sola sconfitta, proprio contro “El Chapo”) incroceranno quindi probabilmente i guantoni in una sfida decisiva per le ambizioni internazionali del gioiello della città di Alfieri. Nel nuovo anno potrebbero esserci novità anche per l’altro professionista di qualità della Skull, Nourdine “El Tiburon” Hassan: «La nostra volontà è quella di concedergli una chance per il titolo nel 2021», ammette Greguoldo. E quando il coach si pone degli obiettivi, c’è da credere che li realizzerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente