castellaro bis
Sport
Tamburello Open

Il Cremolino unica squadra piemontese nei campionati nazionali

Nel turno inaugurale dovrà subito vedersela, in trasferta, con una tra le rivali più temute, ossia il Castellaro scudettato

Il massimo campionato di tamburello open scatterà nel weekend di sabato 2 e domenica 3 aprile. Saranno dodici le squadre a darsi battaglia, una soltanto delle quali piemontese, il Cremolino, società della provincia di Alessandria. Nessuna formazione astigiana sarà ai nastri di partenza.

Cinque i quintetti mantovani partecipanti: il Castellaro, campione in carica, il Solferino, il Ceresara, la Cavrianese ed il Guidizzolo. Due le veronesi, il Cavaion ed il Sommacampagna, due le trentine, il Sabbionara ed il Tuenno, una bergamasca, l’Arcene, ed una trevigiana, vale a dire il neopromosso Fontigo. Pur non avendo squadre in lizza la provincia astigiana, da sempre fucina di giocatori di elevata caratura, sarà serbatoio importante per diverse compagini della “A” 2022. A partire ovviamente dal Cremolino, che si presenterà al via con un assetto di chiara impronta astigiana, comprendente i confermati Francesco Tanino, Daniele Ferrero e Ivan Briola, oltre ai nuovi Mattia Zanotto (dal Sabbionara) e Luca Lorenzin (dal Montemagno, muro). In organico anche il confermato Fabrizio Campanella.

Nel turno inaugurale il Cremolino dovrà subito vedersela in trasferta con una tra le rivali più temute, ossia il Castellaro scudettato (foto). Esordio casalingo per gli alessandrini la settimana successiva contro un’altra società di elevato livello tecnico, il Sommacampagna, nel 2021 al terzo posto in campionato. Dopo la trasferta a Sabbionara altra sfida da brividi per i piemontesi, chiamati ad ospitare il Solferino.
Dopo un avvio quanto mai ostico, la stagione proseguirà con i confronti, in ordine cronologico, contro il Ceresara (trasferta), Cavrianese e Guidizzolo, entrambe in casa, Tuenno (trasferta), Fontigo (in casa), Cavaion (trasferta) e infine, ultimo turno d’andata, contro l’Arcene, sul campo di casa.

La società bergamasca, che schiera nelle proprie file il pieese Davide Gozzelino e potrà contare in panchina sulla plurivittoriosa Stefania Mogliotti, originaria di Cerro Tanaro, debutterà ospitando il Guidizzolo, mentre la Cavrianese, altra società con in rosa ben tre giocatori nati e tamburellisticamente cresciuti nell’Astigiano (Luca Merlone, Filippo Martinetto e Luca Marchidan) affronterà all’esordio, in casa, il Fontigo.
Sarà uno scontro tra neopromosse, poiché entrambe le squadre militavano l’anno passato nel torneo cadetto. Altro giocatore con alle spalle trascorsi in società astigiane è Riccardo Bonando, che dopo una lunga permanenza a Sabbionara vestirà nel 2022 la casacca del Guidizzolo.

Il programma completo del turno inaugurale: Sabbionara-Solferino; Sommacampagna-Ceresara; Castellaro-Cremolino; Arcene-Guidizzolo; Cavaion-Tuenno; Cavrianese-Fontigo.
Sempre domenica 3 aprile prenderà il via anche il campionato di “B” ma purtroppo neppure nella seconda serie nazionale vi saranno squadre astigiane. Il programma della prima giornata: Valgatara-Dossena; Palazzolo-Castelli Calepio; Castiglione delle Stiviere-Bardolino; Capriano del Colle-Valle San Felice, Monte-Malavicina; Cereta-Segno.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo