Il pareggio dei galletti col Chiavari
Sport

Il pareggio dei galletti col Chiavari

Secondo pareggio consecutivo per l'Asti dopo l'1-1 fatto registrare nella sfida esterna con la temibile Caronnese. Questa volta i galletti non sono riusciti ad andare in gol contro il Chiavari

Secondo pareggio consecutivo per l'Asti dopo l'1-1 fatto registrare nella sfida esterna con la temibile Caronnese. Questa volta i galletti non sono riusciti ad andare in gol contro il Chiavari Caperana sul terreno del "Censin Bosia", ma la difesa dei verdeblù liguri è attualmente la meno perforata del girone A a pari merito con quella della capolista Giana Erminio (solo 11 le reti subite finora).

L'incontro ha offerto poche emozioni. Nel primo tempo è stato l'Asti a mettersi maggiormente in evidenza, mentre nella ripresa gli ospiti si sono resi pericolosi due volte con Chiarabini, che aveva preso il posto di Dolce al 68'. La prima parata della gara, tuttavia, Corradino l'ha effettuata soltanto al 73'. Giusto, tutto sommato, l'esito di parità, anche se ai punti, come avviene nel pugilato, sarebbero stati i biancorossi di mister Ascoli ad aggiudicarsi questo confronto.

Contro l'undici ligure, il secondo portiere dell'Asti era il nuovo arrivato Filippo Buriani, classe 1994, proveniente dall'Ancona (squadra prima in classifica nel girone F di serie D) e in forza al Chiavari nella passata stagione agonistica. Hanno indossato invece per l'ultima volta la maglia biancorossa il terzino destro Giuseppe Drago (12 gettoni di presenza con i galletti) e l'attaccante Mauro Sebastian Nannini (9 presenze e 2 reti). Drago torna al Chieri, mentre Nannini sta per approdare all'Ardor Lazzate, club dell'Eccellenza lombarda.

La cronaca
Privo dello squalificato Rolando, l'Asti ha avuto la possibilità di sbloccare la situazione già al secondo minuto con Nannini: l'attaccante ha concluso però alto. Poco dopo Amedeo ha subìto un fallo in piena area ligure: sarebbe stato rigore, ma l'arbitro ha interrotto l'azione per un fuorigioco dello stesso esterno sinistro. Al 36' il portiere del Chiavari, Stancampiano, non ha avuto difficoltà a fermare un tiro senza pretese di Carbone.
Nel secondo tempo, al 55', la palla si è spenta fuori bersaglio su un tiro al volo di Carbone dalla destra. Al 69' l'unica punta della squadra ospite, Baudinelli, ha concluso abbondantemente alto su calcio piazzato. Cinque minuti più tardi, bella azione dell'Asti con Lo Bosco: il tiro del centravanti è risultato però debole e la palla è finita tra le braccia dell'estremo difensore ospite.
All'84' ancora Lo Bosco ha cercato di sorprendere Stancampiano a pochi passi dalla linea di porta, ma si è trovato di fronte lo stesso numero 1 della compagine ligure, bravo, in mischia, a rendere innocuo il pallone in due tempi.

Le interviste
«Non sono soddisfatto per il risultato – commenta l'allenatore biancorosso Nicola Ascoli -, ma abbiamo disputato una buona gara. E' mancato soltanto il gol».
Queste le impressioni del terzino sinistro Francesco Bellitta: «Abbiamo cercato di imporre il nostro gioco, e ci siamo riusciti soprattutto nel primo tempo. Avremmo dovuto però sfruttare meglio le occasioni create. Comunque, abbiamo fornito una grossa prestazione che fa ben sperare per il futuro». «Oggi – continua Bellitta – avevamo di fronte una squadra che ha sei punti in più rispetto a noi. Ciò significa che possiamo giocarcela a viso aperto con tutti».
«E' un pareggio buono – dice Marc Lewandowski – se guardiamo la classifica, però noi avremmo meritato sicuramente di conquistare l'intera posta, visto che abbiamo avuto tre o quattro occasioni da gol».
«In precedenza – conclude Lewandowski – abbiamo lasciato qualche punto per strada, ma ora stiamo ottenendo dei buoni risultati».
Loreto Lo Bosco racconta così la ghiotta opportunità non sfruttata nel finale di partita: «Mi sono girato e ho calciato subito di prima intenzione, ma il portiere era nella posizione giusta ed è riuscito ad intervenire».
«Peccato – sono sempre le parole del centravanti biancorosso -, perché avremmo potuto ottenere tre punti davvero preziosi, oltre che meritati».
«Pareggio giusto», dice invece Massimo Gardano, tecnico del Chiavari Caperana.

Asti 0
Chiavari Caperana  0
Asti (4-4-2): Corradino; Drago, Ciolli, Mariani, Bellitta; Carbone, Genocchio, Lewandowski, Amedeo (64' El Harti); Nannini, Lo Bosco. All.: Ascoli.
Chiavari Caperana (4-3-2-1): Stancampiano; Genovali, Silvestri, Bettati, Pane; Moussavi, Mautone (83' Di Dio), Marino; Bonaventura, Dolce (68' Chiarabini); Baudinelli. All.: Gardano (squalificato).
Ammoniti: Mariani e Carbone (A); Silvestri e Di Dio (C).
Arbitro: Zeviani di Legnago (Verona)

Gianni Truffa

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale