FOTOCREDIT Morello
Sport
Motori

Il San Damiano Rally prepara un grande 2023

Prima della pausa natalizia è arrivata infatti la conferma della data per la settima edizione del “Grappolo” moderno

Al San Damiano Rally si pensa già alla stagione 2023. Prima della pausa natalizia è arrivata infatti la conferma della data per la settima edizione del “Grappolo” moderno. La gara, che avrà come sempre San Damiano D’Asti come punto nevralgico, mantiene la collocazione a calendario ed è prevista nel week-end fra il 20 e 21 Maggio. Il successo delle passate edizioni permette inoltre di essere appuntamento di spicco della Coppa Rally di zona. Da San Damiano fanno sapere di essere già al lavoro per proporre un evento che come ogni anno raccoglie consensi molto lusinghieri. “Vogliamo mantenere il target che ha permesso a questa gara di riconfermarsi fra gli appuntamenti della Coppa Rally di zona e di essere apprezzata anche al di fuori dei confini regionali” afferma Walter Bugnano, una delle anime del dinamico team astigiano. “Ma come sempre cercheremo di proporre alcune novità per rendere questo appuntamento attraente non solo sotto l’aspetto sportivo ma con un occhio di riguardo anche al lato turistico e culturale.” Ma le novità non riguardano solo il “Grappolo” moderno.

Nel 2023 infatti la terza edizione storica si correrà a Settembre. Ma questa non è l’unica nota positiva giunta dopo la stesura dei calendari. “Finalmente il “Grappolo Storico” riesce a trovare una sistemazione ottimale nel week-end dell’otto e nove Settembre” racconta Bugnano. “E siamo lieti di poter annunciare che la nostra gara entra a far parte del Trofeo di zona della specialità. Siamo ovviamente molto soddisfatti di questo riconoscimento giunto dopo due edizioni dove nonostante la collocazione a calendario non proprio facile, abbiamo registrato un buon successo. Ovviamente riconfermiamo a fianco del Rally anche la Regolarità Sport e come per l’edizione moderna, stiamo studiando una serie di novità per onorare al meglio la promozione ottenuta”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo