photo_2022-06-20_14-16-28
Attualità, Sport
Iniziativa

Il trekking benefico di Stefano De Simone per la Tanzania

“Trasferta benefica sul Kilimanjaro: tutto quello che ricaviamo da questa avventura andrà direttamente alla costruzione di un pozzo. Se saremo in dieci ad andare riusciremo a cambiare la vita a una comunità di almeno 3.000 persone”

Una nuova avventura, per chi di scoperte, introspezione e curiosità fa il proprio credo. Stefano De Simone da quattro anni a questa parte ha scelto di dedicare sei mesi della sua vita alla scoperta del mondo e di se stesso. Classe 1991, ha sempre avuto come filo conduttore della sua esistenza l’amore per lo sport, che per certi versi lo porta a parlare una lingua universale e trasversale, quella del pallone, sia esso da calcio o da futsal, un mezzo indiscusso per legarsi alle tante persone conosciute lungo i suoi viaggi. Tra i record dell’atleta ex Orange e Fucsia Nizza c’è anche quello di essere stato il primo atleta bianco del New Boys, squadra calcistica di Zanzibar, oltre a quello di aver giocato a pallone con i monaci buddisti. E’ talvolta nella libertà che si assapora la vera essenza della vita e che si pesa l’essenza delle necessità primarie, come un semplice bicchiere di acqua, ed è questo l’input che ha motivato l’ultima iniziativa di De Simone. Stefano ha avuto modo di conoscere lungo il suo percorso da globetrotter Sefora Motta, CEO e fondatrice dell’associazione HPS, capace in 5 anni dalla nascita di costruire quattro pozzi d’acqua e una scuola in Tanzania, cambiando la vita a migliaia di persone.

«Per costruire un pozzo in Tanzania con la trivella e andare a centinaia di metri serve un investimento decisamente costoso, intorno ai 13.000 euro – racconta Stefano – Insieme a lei ho quindi pensato di organizzare un trekking benefico sul Kilimanjaro: tutto quello che ricaviamo da questa avventura andrà direttamente alla costruzione di un pozzo. Se saremo in dieci ad andare riusciremo a cambiare la vita a una comunità di almeno 3.000 persone che a oggi bevono acqua sporca dagli stagni».

Il treekking si svolgerà dal 20 al 26 settembre e chiunque può partecipare a un evento caratterizzata da filantropia e avventura.

Per avere informazioni sull’iniziativa si può contattare il 349/6435791 oppure scrivere a stefano7.1991@gmail.com.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo