IMG_3034
Sport
Galleria 
Evento

In cinquanta alla “Sgambata di Capodanno”

L’evento, nato nel 2012, è organizzato dagli Ambasciatori Gianfranco Chiaranda, Angelo Marchione, Mario Gerbi e Paolo Cavaglià con la collaborazione dell’Asc

Dopo la sospensione dello scorso anno causa Covid, quest’anno è tornata con successo la “Sgambata di Capodanno” il primo giorno dell’anno 2022.
Oltre 50 i partecipanti fra Ambasciatori dello Sport della città di Asti, podisti, provenienti anche da fuori provincia, o amanti delle passeggiate, che si sono trovati davanti allo stadio comunale di Asti per iniziare l’anno insieme, con la regia di Paolo Cavaglià.

L’evento, nato nel 2012, è organizzato dagli Ambasciatori Gianfranco Chiaranda, Angelo Marchione, Mario Gerbi e Paolo Cavaglià con la collaborazione dell’Asc. Tra i presenti il sindaco Maurizio Rasero, che ha condiviso la camminata fino a Viatosto, e l’Assessore Stefania Morra. Dopo che le note dell’Inno, cantato dai presenti, il Sindaco ha preso la parola, complimentandosi per l’iniziativa che ogni anno apre lo sport nella città. Mario Gerbi ha ricordato i podisti defunti con un minuto di raccoglimento e Gianfranco Chiaranda ha stappato una bottiglia di spumante per un buon 2022. Poi, l’ex ristoratore Piero Fassi ha dato il via ai cinque chilometri di allenamento collettivo, con lo sfondo del meraviglioso panorama delle Alpi dominate dal Monviso, per raggiungere il sagrato della chiesa di Santa Maria Ausiliatrice di Viatosto, dove il vescovo emerito Monsignor Francesco Ravinale, alla presenza del parroco Giancarlo Iraldi, ha impartito a tutti la benedizione.

Si è conclusa così la sgambata, con il commento di Paolo Cavaglià: «All’11esima edizione tanti habitué della sgambata e qualche faccia nuova, tutti con la voglia di correre, di provare sensazioni di libertà e benessere, godendo di qualcosa che non può essere espresso a parole. Il valore dello sport non conosce crisi: è salute, socializzazione, rispetto e lealtà verso gli altri, una vera valvola di sfogo dello stress. E questi valori ad Asti sono molto sentiti».

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail