La Nuova Provincia > Sport > ISC Astigiana Calcio: il nuovo progetto griffato Pollina e Sacco
Sport Asti -

ISC Astigiana Calcio: il nuovo progetto griffato Pollina e Sacco

Il bomber racconta come è nata l'unione di intenti con il club astigiano per forgiare giovani talenti

ISC Astigiana Calcio: il nuovo progetto griffato Pollina e Sacco

Nasce una nuova interessante collaborazione nell’ambito calcistico locale. Una partnership che era già consolidata agli albori del’annata sortiva 2019-20 e che nel 2020-21 assumerà la sua forma più completa e concreta.

L’Astigiana Calcio, sodalizio presieduto da Carmelo Sacco, patron e artefice del piccolo capolavoro Nuova SCO di alcune stagioni or sono, e l’I.S.C., l’Individual Soccer Coach di David Pollina, stringono un accordo per valorizzare e formare talenti in “salsa” astigiana.

L’ISC Astigiana Calcio, denominazione in uso già la scorsa annata sortiva, è pronta a militare in Seconda Categoria con ambizione ma è anche decisa a formare piccoli calciatori in casa. Un settore giovanile all’avanguardia, con cura del divertimento e della tecnica.

L’accordo nasce dalla stima reciproca tra Alessandro Sacco, allenatore dei portieri e ds del club, e David Pollina, attaccante di razza con un passato nel settore under della Juventus e dell’Asti, per tante stagioni goleador in Eccellenza e Promozione di molti sodalizi. «Abbiamo una visione del calcio identica e per questo è un piacere collaborare – commenta la figura di riferimento dell’ISC, academy creata tre anni fa che ha curato la tecnica di più di 100 atleti tra Asti, Alba e Torino, e che attualmente segue più di 50 giovani calciatori – Alla base delle mie sedute individuali di allenamento c’è il divertimento, che è un requisito essenziale per i calciatori. Grazie agli allenatori noi atleti metabolizziamo dettami tattici e li rendiamo automatismi predefiniti in base alle situazioni di gioco, il mio compito, da coach, è quello di lavorare sulla tecnica individuale, rendendo automatici mosse come il controllo palla, la visione di gioco, il passaggio e la conclusione verso la porta».

Metodologia inedita

San Fedele è il punti di riferimento dell’ISC, che si avvale di attrezzature all’avanguardia e inedite per i ragazzi che si affidano agli allenamenti di Pollina: «Utilizziamo un metodo di lavoro – continua l’attaccante – che si basa sulla coordinazione oculo-motoria, che, grazie a macchinari inediti in città, permette di migliorare vista periferica, tempi di reazione e coordinazione spazio-temporale».

L’ISC Astigiana Calcio è pronta a formare squadre di settore giovanile di ogni età, in base a quelle che saranno le richieste e le adesioni: l’iscrizione al sodalizio di Sacco prevede un percorso di allenamento veramente inedito poiché, per ogni atleta, è prevista, oltre alle canoniche due sessioni di allenamento in squadra a settimana, una seduta individuale a settimana per lavorare con coach Pollina.

«Il traguardo che ci siamo prefissati – aggiunge David – è quello di valorizzare la nostra prima squadra, puntando, tra qualche stagione, a raggiungere la Prima Categoria e dando spazio ai ragazzi da noi formati in prima squadra, dove potranno completare la loro esperienza agonistica».

Appuntamenti

L’ISC Astigiana ha fissato dal 29 giugno al 4 luglio, presso la struttura di Tanaro, la “Settimana del Calcio” per far testare il proprio progetto ai giovani interessati.

A metà luglio sarà poi il momento di un open day gratuito.

Per conoscere da vicino le proposte dell’ISC e i costi di iscrizione è possibile contattare la segretaria del sodalizio astigiano, Anna Maria Catalano, al 339/5775435.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente