L’ora di Orange-CoriglianoNora: «Tre punti fondamentali»
Sport

L’ora di Orange-Corigliano
Nora: «Tre punti fondamentali»

Patrick Nora-Orange Futsal, un matrimonio a lungo cullato e concluso positivamente in estate. «Erano alcune stagioni che speravo di giocare in questa società, io e Tiago (Polido, ndr) ci siamo

Patrick Nora-Orange Futsal, un matrimonio a lungo cullato e concluso positivamente in estate. «Erano alcune stagioni che speravo di giocare in questa società, io e Tiago (Polido, ndr) ci siamo sentiti spesso ma purtroppo i problemi di cartellino hanno fatto sì che l'operazione non andasse in porto in passato. A fine 2014-15 il mio contratto si è concluso e, diventato un calciatore libero, non ho avuto dubbi. Per trovare l'accordo col club ci sono voluti appena tre minuti», dichiara l'ultimo che tanto ha vinto con la Marca e la Luparense.

Agli albori del campionato ci si attendeva una serie A di calcio a 5 equilibrata e così finora è stato: Pescara da battere, ma molte rivelazioni, tra cui il Corigliano, avversario del fine settimana per gli orange?«In effetti il Corigliano ha sorpreso tutti, conosco pochi atleti della squadra calabrese ma devo far loro i complimenti per essere partiti a mille. E' una massima serie molto equilibrata, il Pescara ha il roster più profondo, ciò che conterà più di ogni altra cosa sarà arrivare in forma ai playoff». Dopo un buon inizio di stagione, sabato scorso con la Lazio è arrivato un pareggio amaro?«Dovevamo conquistare il successo, questo 1 a 1 e il pareggio con l'Acqua&Sapone ci lasciano parecchio rammarico, dobbiamo essere più cinici», aggiunge Nora.

Pescara favorita in chiave tricolore? «Probabilmente sì, ma se ho scelto l'Orange Futsal è perché so bene che abbiamo tutte le possibilità di cucirci al petto lo scudetto», la chiosa di Patrick. Dopo la doppia vittoriosa amichevole contro l'Iran della Nazionale, oggi, sabato, alle 18:00, il Palasanquirico ospiterà la sfida tra astigiani e Corigliano: «Vogliamo il successo, dobbiamo superare i nostri antagonisti in classifica», gli fa eco capitan Jordi Torras.

Davide Chicarella

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale