IMG_2821
Sport
Galleria 
Atletica

La carica dei 182 alla Marcia del Panettone

Un minuto di silenzio nel ricordo di Gian Luca Mastinu, scomparso recentemente. Anche se si tratta di una corsa non competitiva, è sempre stata scelta da atleti di alto livello per fare un allenamento post natalizio

Edizione di successo per la Corsa del Panettone, appuntamento natalizio decisamente sentito dai podisti locali. All’edizione numero 46 della gara podistica non competitiva organizzata dal DLF di Asti hanno partecipato 182 atleti. Una corsa, approvata Fidal, collocata in una mattina particolare dell’anno, quella del giorno di Santo Stefano. Era nata nel 1976, ad opera di 3 amici podisti del Dlf, Elio Ferrato, Mario Amerio e Ottorino Stocco.

Un minuto di silenzio nel ricordo di Gian Luca Mastinu, scomparso recentemente. Anche se si tratta di una corsa non competitiva, è sempre stata scelta da atleti di alto livello per fare un allenamento post natalizio in compagnia. E così al via, tra gli altri, c’erano anche le sorelle Francesca ed Erica Ghelfi, astigiane della Podistica Valle Varaita, azzurre e pluricampionesse italiane di corsa in montagna, con Francesca a fare per prima il ritorno al traguardo dopo il classico percorso di 9.5 km. Seguono Debora Ferro della Vittorio Alfieri ed Erica Ghelfi.

Nel maschile giunge per primo il biellese dei Maratoneti Genovesi, Stefano Velatta, che precede Federico Tassone della Vittorio Alfieri e Alberto Gatto del Gsr Ferrero.
Premiati i gruppi più numerosi, con la Vittorio Alfieri in cima con 33 iscritti, seguita dalla Gate Cral Inps con 30, e dalla Brancaleone Asti con 18. Luigi Alberti, presidente del Team DLF Asti dice: «È stata la voglia di ripartire a farci decidere di organizzare la Corsa del Panettone». Parte del ricavato sarà devoluto al Cepim Centro Down Asti.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail