Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/orange-ostacolo-acquaampsaponebrde-luca-la-gara-piu-dura-per-noi-56e68cdc980941-nkijsuf2p97j84idd9feictjlkgxqo8qeqm2lchpc8.jpg" title="Orange, ostacolo Acqua&Sapone
De Luca: «La gara più dura per noi»" alt="Orange, ostacolo Acqua&SaponeDe Luca: «La gara più dura per noi»" loading="lazy" />
Sport

Orange, ostacolo Acqua&Sapone
De Luca: «La gara più dura per noi»

Le luci della ribalta si accendano prepotentemente sul Palasanquirico. Un sabato di gala domani, alle 17,15, per il futsal di serie A, con la sfida tra l’Asti Calcio a 5 e l’Acqua&Sapone, in

Le luci della ribalta si accendano prepotentemente sul Palasanquirico. Un sabato di gala domani, alle 17,15, per il futsal di serie A, con la sfida tra l’Asti Calcio a 5 e l’Acqua&Sapone, in poche parole l’èlite della massima categoria nazionale. Di fronte alle telecamere della Rai si confrontano i due tecnici emergenti Massimiliano Bellarte e Tiago Polido, in campo interessanti sfide nelle sfide quelle tra Jonas e Borruto e tra Torras e Cuzzolino. Tra i pali il top tricolore, Putanio da una parte, Mammarella dall’altra. In divisa abruzzese ci sarà grande curiosità nel vedere all’opera i due volti nuovi ed ex nero-arancio Julio De Oliveira e Diego Cavinato. Se Asti è a quota un punto dopo due gare, i pescaresi sono reduci dal turno di stop dopo aver battuto all’esordio il Città di Sestu. Occasione ghiotta per il riscatto piemontese e match utile nel definire le gerarchie del campionato.

A tirare le somme di questo inizio di torneo balbettante da parte degli orange è il volto nuovo Massimo De Luca: «E’ inutile nascondere che tutti noi ci aspettavamo di partire meglio – ammette il laterale ex Real Rieti – La sconfitta maturata contro la Lazio e il pareggio esterno contro la matricola Sestu non sono il bottino che speravamo di ottenere agli albori della stagione, c’è però tutto il tempo di rifarsi, a partire dalla difficile gara con l’Acqua&Sapone».

Un avversario da pendere con le molle quello abruzzese: «Nello sport non si improvvisa nulla – aggiunge De Luca – e questa è una squadra quasi totalmente cambiata rispetto allo scorso anno. Ci sono calciatori di talento e il gruppo è ottimo, è ovvio che servirà un po’ di tempo per trovare i meccanismi migliori. Proprio in questo senso affrontare un avversario come gli abruzzesi di Bellarte, la squadra che ha cambiato meno rispetto al 2013-14, è l’aspetto più duro e al contempo intrigante. Ogni atleta si allena quotidianamente per affrontare sfide come quella di domani, con tanti campioni sul parquet, e lo stesso vale per me, per noi. Abbiamo voglia di regalare una gioia ai supporter».

De Luca ha disputato un grande Europeo ad Anversa e ha cementato negli anni un’amicizia stretta con il grande numero 3 del recente passato orange, Gabriel Lima. Ora accanto a lui, c’è un altro grande numero tre, Jordi Torras…
«Già, Gabriel ha vestito con me la maglia delle selezioni giovanili sin dall’età di 17 anni, è un caro amico, un  giocatore sopraffino e un grande uomo. Quest’estate purtroppo quando sono arrivato in Piemonte lui ha cambiato squadra, ma so quanto tenesse a giocare in Spagna e sono felice per l’ottimo percorso che sta compiendo a Murcia. Con l’addio di Gabriel è arrivato in orange il miglior atleta possibile, Jordi Torras. E’ un esempio per tutti noi e sono onorato di averlo come compagno. Asti è una piazza in cui ogni giocatore di futsal vorrebbe arrivare, ha una tifoseria appassionata e una dirigenza fantastica. Ho realizzato un obiettivo importante nella mia carriera, ora è giunto il momento di regalare a tutti i supporter e alla società la gioia dello scudetto. Non sarà facile, ma ce la metteremo tutta».

Davide Chicarella

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale