Orange per il pokerissimoSfida interna con Napoli
Sport

Orange per il pokerissimo
Sfida interna con Napoli

Non c'è tre senza quattro…e chissà che non arrivi la quinta sinfonia. In casa Asti Calcio a 5 il morale è a mille dopo la bella vittoria esterna di sabato scorso a Ferrara contro il Kaos. Gli

Non c'è tre senza quattro…e chissà che non arrivi la quinta sinfonia. In casa Asti Calcio a 5 il morale è a mille dopo la bella vittoria esterna di sabato scorso a Ferrara contro il Kaos. Gli orange hanno infatti conquistato la quarta affermazione consecutiva e riagganciato la vetta della graduatoria in coabitazione con Luparense e Lazio. Oggi, sabato, alle 18, i piemontesi hanno l'occasione di staccare le antagoniste sfruttando il turno casalingo contro il Napoli. A tirare le somme di questo inizio di stagione è coach Tiago Polido.

Tiago, prestazione convincente per voi a Ferrara…
«Sabato scorso abbiamo vinto un match importante, anche se il punteggio è probabilmente troppo severo nei confronti degli avversari. Osservando le statistiche della gara emerge come il Kaos abbia calciato in porta tanto quanto noi. Insomma, c'è ancora da lavorare e dobbiamo correggere e migliorare sia aspetti difensivi che sul possesso palla. In fondo in questo momento non conta tanto essere primi, secondi o terzi, ma crescere e arrivare pronti alle fasi decisive della stagione. La nostra priorità in chiave Coppa Italia e Winter Cup è chiudere l'andata nelle prime quattro posizioni. Questa è una squadra nuova, i calciatori hanno bisogno di conoscersi, di allenarsi l'uno al fianco dell'altro, e migliorare gli automatismi».

Sette gol in tre gare, Jonas è il vostro uomo in più in questo momento. Dico bene?
«In realtà sono otto reti, a Latina è stato assegnato a Fortino un gol realizzato da Jonas. A parte i dati, certamente l'ex Marca e Pescara non lo scopriamo ora, è un ottimo laterale. Per ora a livello difensivo stiamo agendo piuttosto "bassi" e ciò comporta maggiori spazi in contropiede, una situazione di gioco che esalta le caratteristiche di Jonas e Ramon».

Intanto la Luparense ha sostituito Musti con Fernandez. Te lo aspettavi?
«Onestamente no, ma i "Lupi" sono imprevedibili».

Dicembre è vicino, il roster un po' corto. Potresti ricevere in dote un gradito regalo in organico?
«E' difficile, il mercato invernale, soprattutto quello italiano, è quasi immobile. Le opportunità latitano, ce ne possono essere forse all'estero».

Domani c'è Napoli: Fortino è out, Cujec in dubbio. Partite favoriti ma non sarà una passeggiata…
«E' una prova di maturità, giocheremo senza pivot e ciò ci permetterà di valutare scenari tattici di 4-0. Quando poi rientreranno avremo invece maggiori frecce al nostro arco. Puntiamo al successo».

Davide Chicarella

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo