La Nuova Provincia > Sport > Sabato Giancarlo Antognoni torna ad Asti
Sport Asti -

Sabato Giancarlo Antognoni torna ad Asti

Nell'aula magna del Polo Universitario Uni-Astiss (ex caserma “Colli di Felizzano”) di piazzale Fabrizio De André, l'ex campione del mondo interverrà alla presentazione del libro “Volevo fare il calciatore”

Sabato Giancarlo Antognoni torna ad Asti

Sabato 1° febbraio (ore 20,45), nell’aula magna del Polo Universitario Uni-Astiss (ex caserma “Colli di Felizzano”) di piazzale Fabrizio De André, l’ex campione del mondo Giancarlo Antognoni interverrà alla presentazione del libro “Volevo fare il calciatore”, scritto da Filippo Luti, giornalista fiorentino. Luti ha ripercorso gli esordi calcistici del giocatore che vestì la maglia granata dell’Astimacobi fino al 1972. Nella prima squadra del sodalizio presieduto da Bruno Cavallo, Antognoni esordì il 7 febbraio 1971 in trasferta contro l’Ivrea. Il confronto tra eporediesi e astigiani finì 2-2, e uno dei due gol granata lo realizzò proprio il grande Giancarlo (l’altra rete la mise a segno Prunecchi). Durante l’estate del 1972 Antognoni venne ceduto alla Fiorentina, e giocò in viola per tutta la carriera collezionando 341 gettoni di presenza (61 i gol realizzati). Oggi è dirigente della società che vinse lo scudetto nel ’56 e nel ’69. Nato a Marsciano, in provincia di Perugia, il 1° aprile 1954, l’ex capitano della Fiorentina disputò infine 51 gare con la squadra svizzera del Losanna. Antognoni vanta anche 73 presenze (e 7 reti) nella Nazionale maggiore. La ciliegina sulla torta è il titolo mondiale conquistato in Spagna nel 1982 sotto la guida tecnica dell’indimenticabile Enzo Bearzot. L’appuntamento è organizzato dall’Assessorato allo Sport del Comune di Asti in collaborazione con la rivista “Astigiani” diretta da Sergio Miravalle. Interverranno alla serata il sindaco Maurizio Rasero e l’assessore allo sport Mario Bovino. Sarà anche presente Gianfranco Torello, presidente del Viola Club “Magico 10 Giancarlo Antognoni” di Asti.

Gianni Truffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente