Tris d'assi per gli OrangeAd Asti Jonas, Romano e Bocao
Sport

Tris d'assi per gli Orange
Ad Asti Jonas, Romano e Bocao

Il nuovo team orange inizia a prendere forma, e lo fa con l'innesto di tasselli di elevata qualità in un puzzle estremamente ambizioso. Dopo le conferme di capitan Ramon, di Fernando Wilhelm,

Il nuovo team orange inizia a prendere forma, e lo fa con l'innesto di tasselli di elevata qualità in un puzzle estremamente ambizioso. Dopo le conferme di capitan Ramon, di Fernando Wilhelm, Rodolfo Fortino e degli astigiani Casalone, Casassa e Celentano, il sodalizio presieduto da Maria Cristina Truffa regala ai proprio tifosi un poker di acquisti cinque stelle. Detto del capitano iberico Jordi Torras, in queste ore stanno completando l'iter per ufficializzare il loro accordo coi piemontesi l'ultimo Bocao, il laterale Jonas, e il jolly della Nazionale Romano.

Sta quindi prendendo forma un roster strepitoso: mancano ancora alcuni tasselli, che dovrebbero essere gli italianissimi De Luca e il portiere Putano, il pivot sloveno Cujec, oltre al jolly Follador. Ne parlano con decisione i media di tutto il mondo, compresi quelli russi, che danno per certo il passaggio dell'attaccante ex Gorizia in neroarancio. Questi i nomi sul taccuino dello scatenato direttore sportivo Maurizio Lombardi: saranno loro gli ulteriori innesti di mercato? Ne sapremo di più tra qualche giorno. Intanto i supporter già si fregano le mani, perché non è finita qui?

Jonas Pinto Junior
Rivelatosi un talento sin da giovanissimo, nel 2005 si trasferisce in Europa, prima in Spagna nell'Albacete e nel Martorell e poi dal 2007 in Italia nell'Arzignano Grifo dove gioca per due anni vincendo una Coppa Italia. Nel 2009 passa alla Marca Futsal con cui vince due campionati, una Coppa Italia e due Supercoppe. Il 7 giugno 2013 in gara 3 della finale scudetto, realizza il calcio di rigore che regala alla Marca il titolo di campione d'Italia. La scorsa stagione ha vestito la maglia di un Pescara ambizioso che ha reso al di sotto delle attese: è un laterale brevilineo (165 cm) ed energico, dotato di tecnica raffinata e velocità impressionante, comporrà con Ramon un tandem di talento purissimo in grado di scaldare i tifosi con il "futsal bailado". A dare ulteriori garanzie sull'ottima operazione di mercato c'è la stima di coach Tiago Polido.

Sergio Romano
Classe 1987, capitolino doc, è cresciuto calcisticamente nell'Almas Roma è poi passato a tempo pieno a giocare a calcio a 5, giocando prima con il Torrino S.C. poi, con il Venezia, ed infine con la Canottierilazio. Nel dicembre del 2011, Romano è stato acquistato a titolo definitivo dalla Cogianco Genzano. Nella stagione 2013-14 si trasferisce al Pescara. Si è manifestato prepotentemente al mondo offrendo prove di assoluta qualità nella kermesse europea in Belgio, in cui si è rivelato essere assieme a Mammarella l'italiano più utilizzato. La sua capacità di esprimersi al meglio in più ruoli lo rende un calciatore di primissima fascia.

Bocao
Difensore classe 1989, è reduce da annate positive prima con il Montesilvano, poi con il Martina Franca. E' l'erede di Douglas Corsini: fisico da granatiere, ampi margini di ulteriore crescita, ha una tecnica sopraffina per la stazza e il ruolo che ricopre. Dividerà i compiti da ultimo con l'argentino Wilhelm. I tifosi neroarancio lo ricordano bene, perché segnò un gol da cineteca con la maglia degli abruzzesi tre stagioni fa proprio al Palasanquirico.

Le altre operazioni
Il Benfica fa la spesa in Italia e acquista due talenti di primordine. Si tratta del pivot ex Asti Alessandro Patias e del laterale Chaguinha. In arrivo ai lusitani potrebbe esserci anche Maxi Rescia. Cavinato è a un passo dall'Acqua&Sapone, mentre Waltinho resterà alla Luparense.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo