La Nuova Provincia > Attualità > Asti: a Iren il 45% della società Gaia
Attualità Asti -

Asti: a Iren il 45% della società Gaia

Al termine della gara per trovare il partner privato della società di trattamento dei rifiuti dell’Astigiano. Irene verserà 15 milioni di euro sul capitale societario

E’ stata aggiudicata a Iren, società prevalentemente pubblica (i principali soci sono Torino, Parma e Reggio Emilia), la gara con cui è stato individuato il nuovo socio di Gaia S.p.a., la società per il recupero e lo smaltimento dei rifiuti, che fino ad oggi era posseduta interamente dai comuni astigiani.

Per diventare socio al 45% di Gaia, Iren verserà alla società astigiana oltre 15 milioni di euro, che serviranno a rinnovare completamente i nostri impianti di recupero e valorizzazione dei rifiuti.

L’offerta prevede inoltre la riduzione delle tariffe attuali di trattamento dei rifiuti di quasi il 4%.

«Il buon esito della gara libera definitivamente Asti dal rischio di dover ospitare l’inceneritore previsto dalla precedente amministrazione, in quanto il materiale non recuperabile sarà trattato in un termovalorizzatore messo a disposizione da Iren fuori dalla provincia di Asti e garantisce che il nostro territorio non sarà mai più in emergenza rifiuti» ha dichiarato il sindaco di Asti Fabrizio Brignolo.

I particolari saranno illustrati oggi in una conferenza stampa dal presidente di Gaia Luigi Visconti, con la presidente del Cbra Maria Bagnadentro e il sindaco di Asti.

Tutti i particolari sul numero del giornale di venerdì

Articolo precedente
Articolo precedente