La Nuova Provincia > Attualità > Chiesti maggiori controlli contro le discariche abusive
Attualità Asti -

Chiesti maggiori controlli contro le discariche abusive

Ancora una volta sono i nostri lettori a denunciare la presenza di rifiuti gettati per strada o tra i boschi

Il fenomeno si ripete soprattutto nei week end, ma l’abbandono dei rifiuti e la nascita di continue discariche abusive interessa nello stesso modo il comune capoluogo e i paesi della provincia. Ancora una volta sono i nostri lettori a denunciare la presenza di rifiuti gettati per strada o tra i boschi e, con le segnalazioni, chiedono alle autorità competenti di attivarsi per impedire il ripetersi di simili «atti di inciviltà».

Come nel caso di strada Valgera, periferia est di Asti, dove domenica, vicino ad una campana del vetro e a un contenitore per il recupero dei vestiti usati, qualcuno ha fatto razzia, gettando per strada di tutto e provocando l’indignazione dei residenti. Tra sacchi di vestiti aperti, altri per terra, con ulteriori rifiuti intorno al polo ecologico, l’immagine del degrado era evidente.

Peggio ancora è quanto viene segnalato da un altro lettore, residente nella zona di Revigliasco. Ignoti, in strada Asti, sotto alcuni alberi, hanno abbandonato olii esausti, rottami vari, materiali edili, scarti di demolizioni, giochi e altro ancora.

Il lettore, chiedendo alla Provincia di intervenire con celerità per rimuovere la discarica abusiva, annuncia di voler procedere penalmente contro ignoti per quanto accaduto. Anche vicino al Tanaro, domenica, non mancavano i soliti cumuli di rifiuti, soprattutto nella zona tra gli svincoli per la tangenziale e strada Quaglie. Tra questi si segnano resti di mobili, un materasso, rifiuti edili e altro ancora.

Riccardo Santagati

Articolo precedente
Articolo precedente