La Nuova Provincia > Attualità > Tecnologie e disabilità: l’hi-tech apre la strada all’autonomia
Attualità Asti -

Tecnologie e disabilità: l’hi-tech apre la strada all’autonomia

Da oggi fino a venerdì sono tanti gli appuntamenti in programma ad Asti per parlare del rapporto tra tecnologie e disabilità

Ad Asti una settimana per riflettere sulle disabilità

Da lunedì 3 a venerdì 7 dicembre anche ad Asti si svolgerà la settimana per i diritti dei disabili e per discutere, da vari punti di vista, su come la tecnologia possa migliorare la loro vita, l’autonomia e il rapporto con compagni di scuola, colleghi di lavoro e famigliari. A presentare i vari appuntamenti in programma è stata Mariangela Cotto, assessore ai servizi sociali in Comune, insieme a una nutrita rappresentanza di associazioni e addetti ai lavori impegnati sul fronte del volontariato e dall’assistenza alle persone con disabilità. «Se pensiamo che 20 anni fa, mentre lavoravo in Regione, un disabile mi raccontò che avere il telecomando per aprire il cancello di casa gli aveva cambiato la vita – racconta l’assessore – si intuisce quanto l’innovazione tecnologica, che nel frattempo ha fatto passi da gigante, sia uno strumento indispensabile per l’autosufficienza non solo per chi soffre di una disabilità, ma anche per gli anziani non autosufficienti». Per tutta la settimana la Biblioteca “Faletti”, dalle 9 alle 12, ospiterà “Libri per tutti” dando la possibilità alle scolaresche delle scuole primarie e secondarie di 1° grado, di conoscere libri e materiali sulla “CAA – Comunicazione Aumentativa Alternativa” e per sperimentare il funzionamento della stampante Braille, «che, donata dall’associazione APRI – precisa la direttrice Donatella Gnetti – è un’eccellenza non così facile da trovare in un istituto pubblico».

Tanti gli appuntamenti in programma

Sempre lunedì 3 dicembre, dalle 16 alle 19, la Provincia di Asti ospiterà il convegno “Barriere, pregiudizi, discriminazioni nei confronti di anziani non autosufficienti e persone con disabilità”. L’appuntamento, aperto a tutti, è promosso dal nodo antidiscriminazioni astigiano e vede tra i partecipanti anche l’Ordine degli Architetti di Asti che affronterà l’aspetto dal punto di vista delle soluzioni tecniche per rendere la vita dei disabili più semplice e autonoma.

Martedì 4 dicembre, dalle 9 alle 12, in Sala Pastrone si svolgerà un interessante momento di riflessione aperto a tutti gli studenti delle scuole secondarie di 2° grado. Prima verrà proiettato il film “La teoria del tutto” (2014) che racconta parte della vita del geniale astrofisico Stephen Hawking il quale, pur con una gravissima disabilità, è riuscito a rivoluzionare le conoscenze sulla nascita dell’universo e sul suo funzionamento. Al termine della proiezione si svolgerà un dibattito, moderato dai referenti dell’Educativa Territoriale Disabilità e dal Servizio Istruzione del Comune in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi. Ospite del dibattito sarà la professoressa Anna Capietto, ordinaria di Analisi Matematica all’Università di Torino, che parlerà di un nuovo rivoluzionario software, realizzato proprio dal suo dipartimento. Si tratta di un programma che ha reso accessibile anche ai non vedenti lo studio della matematica delle scuole superiori e dei corsi universitari, materia fino a poco tempo fa impossibile da studiare perché il Braille non si adatta alle necessità grafica dei calcoli matematici complessi. Sempre martedì, ma dalle 16 alle 18, in Sala Platone (Municipio) si svolgerà l’evento “Con-Tatto tra tecnologie e affido” per sensibilizzare la cittadinanza sull’affido adulti.

Il progetto “Libri per tutti”

Mercoledì 5 dicembre, alla Sala Pastrone, dalle 16 alle 19 ci sarà l’incontro per insegnanti, educatori, genitori e associazioni sul tema “Libri per tutti – Introduzione alla Comunicazione Aumentativa Alternativa”. Al seminario, organizzato in collaborazione con la Biblioteca Faletti e la Fondazione Paideia di Torino, sarà presente la dottoressa Elisabetta Cane. Scopo dell’appuntamento fa conoscere le possibilità della CAA per aiutare bambini con disabilità cognitive, motorie, comunicative e linguistiche, ma anche gli stranieri che si approcciano per la prima volta con la lingua italiana.

Giovedì 6 dicembre, dalle 9 alle 13, l’Aula Magna dell’Università di Astiss accoglierà studenti, insegnanti, cittadini e associazioni impegnate nel sociale al convegno “Disabilità e Tecnologia”. Obiettivo del confronto, realizzato in collaborazione con Asl, INAIL, Castigliano, Open Lab e al quale parteciperanno esperti e tecnici, è far capire come le tecnologie, se usate in maniera corretta e mirate alle esigenze della singola persona, possano compensare specifiche disabilità, innate o acquisite, permettendo una vita più indipendente a chi ne soffre.

r.santagati@lanuovaprovincia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente