Corruzione/ A Palermo in manette 4 forestali e un imprenditore
Altro

Corruzione/ A Palermo in manette 4 forestali e un imprenditore

Corruzione/ A Palermo in manette 4 forestali e un imprenditore
Avrebbero chiesto soldi in cambio di favori


Palermo, 26 mar. (TMNews)
– Quattro dipendenti del Corpo forestale regionale siciliano e un imprenditore sono stati arrestati dalla Polizia di Palermo nell’ambito di un’inchiesta su un giro di corruzione. In particolare, le indagini hanno fatto luce su come i forestali chiedessero denaro a imprenditori in cambio di favori.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal gip Angela Gerardi su richiesta dei sostituti procuratori Alessandro Picchi e Caterina Malagoli, coordinati dall’aggiunto Leonardo Agueci, e le accuse sono di corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, omessa denuncia e abuso d’ufficio.

L’indagine, che deriva da una più complessa inchiesta delle Squadre Mobili di Palermo e Agrigento sugli assetti mafiosi dell’area orientale della provincia palermitana, ha portato all’individuazione di un forestale in una vicenda che presentava le caratteristiche classiche delle pratiche estorsive.

Successivi accertamenti hanno consentito di individuare un gruppo di forestali del Distaccamento Forestale di Bagheria, dedito a frequenti episodi di corruzione tesi a favorire imprenditori compiacenti. Gli arrestati avrebbero tra l’altro avanzato la richiesta di denaro attuando notevoli pressioni psicologiche.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo