europrogettazione
Altro
Consigliera di parità

Europrogettazione: un corso per capire tutte le opportunità messe in campo dall’Unione Europea

C’è tempo fino al 15 maggio per iscriversi alle 12 lezioni on line, per un totale di 30 euro, tenute da esperti dell’APEUR

Sono otto le Consigliere di Parità che hanno dato vita a un Patto Strategico volto alla promozione dei fondi europei in riferimento soprattutto delle Politiche di genere con l’obiettivo di favorire politiche attive del Lavoro.

A definirne le specificità sono le Consigliere Giuditta Lembo, Consigliera di Parità delle province di Campobasso e Isernia, Adriana Ventura (Rimini), Venera Tomarchio (Lodi), Carmelina Fierro (Ravenna), Francesca Bonomo (Reggio Emilia), Anna Mantini (Consigliera di parità della regione Piemonte), Alessandra Del Monte (La Spezia) e Loredana Tuzii (Consigliera di parità della provincia di Asti)

Rientra nel ruolo delle Consigliere di parità, nominate dal Ministero del Lavoro, la promozione di progetti di azioni positive, anche attraverso l’individuazione delle risorse dell’Unione Europea, nazionali e locali finalizzate allo scopo, nonché svolgere funzioni promozionali e di garanzia contro le discriminazioni nell’accesso al lavoro, nella promozione e nella formazione professionale, ivi compresa la progressione professionale e di carriera. 

I dati Istat sono “raccapriccianti”

I dati del report Istat del 2020 raccontano un quadro raccapricciante del lavoro in Italia: 444 mila posti di lavoro in meno, di cui il 70% sono lavori svolti da donne: una flessione già riscontrata nel periodo precedente che evidenziava il maggiore svantaggio delle donne nel trovare o conservare un’occupazione. A ciò si aggiungano le difficoltà di gestione e di conciliazione tra vita familiare e lavorativa, accentuate dalla pandemia Covid-19, che hanno costretto maggiormente le donne ad abbandonare il lavoro per sopperire alla gestione familiare a causa dell’inadeguata distribuzione del lavoro che difetta di organizzazione e politiche di condivisione del lavoro stesso.

A seguito della rilevazione delle situazioni di squilibrio di genere, allo scopo di promuovere progetti di azioni positive, anche attraverso l’individuazione delle risorse dell’Unione Europea, le Consigliere promuovono l’Europrogettazione on–line per sviluppare competenze e azioni innovative attraverso la figura professionale dell’europrogettista.

Obiettivo è quello di presentare una panoramica generale sul funzionamento e l’utilizzo dei principali fondi europei a gestione diretta e indiretta nei diversi settori di intervento dell’Unione Europea a partire dall’individuazione degli schemi di finanziamento e della progettazione; attività quest’ultima che richiede specifiche competenze. La formazione in euro progettazione è rivolta soprattutto, a donne e giovani disoccupati per indicare loro nuove opportunità di lavoro nel campo dei fondi europei, ma anche a quanti vogliono acquisire competenze sulla progettazione europea al fine di presentare idee progettuali di risposta ai tanti bandi proposti dalla programmazione europea, utili per implementare le proprie attività lavorative.

Il relativo primo Corso di formazione, organizzato in via sperimentale, è strutturato in 12 lezioni on–line: due incontri settimanali di due ore e trenta  ciascuno per un totale di 30 ore ed è tenuto da esperti di APEUR (Associazione progettisti europei), che si avvale delle competenze  di docenti universitari e di   valutatori e formatori europei. A conclusione del Corso verrà rilasciato l’Attestato di frequenza. Il Corso prevede il versamento della sola quota di iscrizione di 100 euro (grazie ad una convenzione che l’APEUR  ha stilato con le consigliere di parità). Ci si può iscrivere inviando una mail a consigliera.parita@provincia.asti.it con nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e indirizzo e-mail. Le iscrizioni si chiuderanno a mezzogiorno di sabato 15 maggio 2021. Le iscrizioni pervenute nei tempi e nelle modalità sopra citate saranno confermate attraverso una e-mail indicante ulteriori e dettagliate informazioni per la partecipazione.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail