03 costigliole d'asti cittadella dello sport
Attualità
Galleria 
Riqualificazione

A Costigliole la Cittadella dello sport: imminente l’avvio dei lavori del primo lotto di interventi

Obiettivo del Comune è la completa riqualificazione degli impianti di regione Salerio. Gli interventi prenderanno il via dalla demolizione delle tribune e costruzione di nuovi spalti coperti da 250 posti. Premiati gli sportivi costigliolesi

L’obiettivo della “rigenerazione e potenziamento” dell’impianto sportivo di regione Salerio a Costigliole d’Asti, attraverso il “recupero funzionale e qualificazione degli impianti e la diversificazione delle possibilità di impiego”: è il progetto voluto dall’amministrazione comunale e messo a punto dall’architetto Luca Ottaviani GAP STUDIO di Asti, presentato nei giorni scorsi a Costigliole nell’ambito di un pomeriggio tutto dedicato allo sport costigliolese. «Considerando lo sport come uno dei migliori modelli di aggregazione, si coglie quale sia l’esigenza nonché la necessità dell’Amministrazione di rafforzare la funzione educativa e sociale nello sport attraverso il potenziamento dell’attività motoria e sportiva in forme sempre più differenziate e a partire dalle aree storicamente meno valorizzate. Di qui la scelta di sostenere sia la pratica sportiva in quanto tale, sia il sistema delle organizzazioni sportive territoriali, sia l’attività scolastica, puntando anzi a qualificarle e ad integrarle sempre più tra loro. Un progetto ambizioso da parte dell’Amministrazione Comunale e particolarmente sentito sia dalla cittadinanza che dalle associazioni locali – spiega l’architetto Ottaviani – Nel suo complesso il progetto assicura il soddisfacimento dei fabbisogni della collettività, la coerenza con l’obiettivo specifico dell’Amministrazione di restituire alla comunità uno spazio pubblico/privato integrato per molteplici attività sportive, come luogo simbolo dell’inclusione sociale di una comunità che vuol essere particolarmente attenta all’integrazione dei gruppi a rischio marginalità, alla lotta alla povertà ed ogni forma di discriminazione, la valorizzazione della pratica sportiva che oltre al benessere psico-fisico dell’individuo, sappia aggregare e promuovere valori positivi tra cui la legalità, l’accessibilità totale dei luoghi, la qualità architettonica e tecnico funzionale e di relazione nel contesto dell’opera, la conformità alle norme ambientali ed urbanistiche, nonché il rispetto di quanto previsto dalla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza, la compatibilità paesaggistica-ambientale. Alla base comunque della progettazione sono stati considerati tre criteri fondamentali: sostenibilità ambientale, architettonica ed energetica».

«Finalmente disponiamo di un progetto d’insieme per gli impianti sportivi di Costigliole: un progetto da 3 milioni di euro, che rivedrà completamente l’area – annuncia il sindaco Enrico Cavallero – A breve prenderanno il via i lavori del primo lotto, dell’importo di un milione e 300 mila euro e che riguarderanno l’area del campo da calcio». Nel primo lotto, demolizione delle tribune e costruzione di nuovi spalti coperti da 250 posti, spogliatoi seminterrati, sostituzione delle recinzioni esistenti, creazione di un secondo campo da calcio, anch’esso illuminato, per allenamento e attività dei bambini. Nel secondo lotto, una struttura polivalente scoperta per calcetto, volley e basket (con predisposizione per eventuale futura copertura) nell’area dell’attuale pineta; piastre per le attività all’aperto (bocce, beach volley, beach tennis, touchtennis e fitness libero) e due campi da padel scoperti nell’area del bocciodromo. Nel terzo lotto, la riqualificazione del bocciodromo e la realizzazione del bar/struttura ricettiva costituita da un’area di somministrazione di 100 metri quadri, servizi per il pubblico, spogliatoi personale, locali tecnici, cucina e dispensa.

Al progetto della Cittadella dello sport (Lotto 1 e 2) hanno lavorato: Progetto generale: Arch. Luca Ottaviani GAP STUDIO, Progetto strutturale: Ing. Christian Baldini – Studio Baldini Tognin, Progetto impianti meccanici: Ing. Andrea Rapetti – PROIMPTEC INGEGNERIA, Progetto impianti elettrici: Ing. Luigi Garioni – G.EN. s.r.l., Analisi geologiche: dott. Geol. De Bortoli e Claudio Riccabone ERREDB STUDIO Geologi Associati; il progetto della struttura ricettiva è dell’arch. Carlo Porrino con le consulenze specialistiche di arch. Andrea Morando e geom. Michela Cerrato – E&Astudio, Ing. Silvio Basso – Studio ingegneria strutturale, P.I. Paolo Ferrante – Impianti elettrici, Ing. Paolo Bincoletto – Impianti meccanici.

Premio agli sportivi

Dal calcio al rugby, dal canottaggio al podismo, ma anche il tango, l’equitazione, bicicletta e pattinaggio a rotelle. Tanti i costigliolesi premiati dal Comune per la loro passione sportiva nel pomeriggio dedicato allo sport : Umberto Artuffo, Luca Beccaris, Noemi Borio, Andrea Cavallero, Ginevra Cerruti, Dante Chiola, Debora Ferro, Vittoria Fuser, Azzurra Gallo, Alessandra Massaro, Emanuele Massaro, Marco Musso, Elena Novikova, Edoardo e Federico Oddone, Bianca Porrino, Nataly Simeneov, Matteo Steffenino, Silvia Stella. Premiato anche Roberto Gozzelino, che coordina la Società sportiva ASD Costigliolese, e i piccoli calciatori. Il ricordo inoltre e un premio a Valter Bianco, recentemente scomparso.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo