Sede Regione Piemonte
Attualità

Approvato dalla Regione il Piano sulla sicurezza integrata e il potenziamento dei sistemi di video sorveglianza

A questo si aggiungono analisi dei dati relativi ai crimini per studiare azioni mirate contro la delinquenza, uno studio e una promozione di una “architettura della sicurezza”

È stato approvato in Consiglio regionale il Piano sulla sicurezza integrata voluto dall’assessorato regionale alla Sicurezza. Si tratta di un insieme di iniziative che toccheranno un capillare potenziamento dei sistemi di sorveglianza video (bodycam per gli agenti, nuovi impianti cittadini, telecamere sui servizi di trasporto pubblico, taxi, mezzi Ncc e Tpl delle grandi città e poi di tutto il Piemonte). A questo si aggiungono analisi dei dati relativi ai crimini per studiare azioni mirate contro la delinquenza, uno studio e una promozione di una “architettura della sicurezza”, cioè un’attenzione al recupero delle aree abbandonate che portano degrado e al rispetto di certi canoni edilizi che attraverso lo studio dell’illuminazione e della geografia dei territori aiutino a prevenire il crimine. Oltre a questo, formazione. Sia per gli agenti della Polizia Locale, chiamati ad aggiornarsi in una vera e propria accademia della sicurezza, sia per i cittadini, che potranno dare il loro contributo sul territorio grazie a una attenzione particolare al “controllo del vicinato”.

L’assessore Ricca soddisfatto del risultato

“Sono molto felice di questo risultato che in breve tempo si tradurrà in maggior sicurezza per tutti i piemontesi. Abbiamo pensato a un piano serrato che traduca il concetto di ‘sicurezza’ in qualcosa di concreto e vivo. Attraverso la formazione del personale, dandogli in dotazione strumenti tecnologici all’avanguardia ma anche ricorrendo, per la prima volta, a un piano di studio del fenomeno criminale, dei dati che lo caratterizzano e lo anticipano e delle ricerche che propongono strade all’avanguardia per combatterlo, siamo intenzionati a dare una svolta radicale all’approccio sul tema – afferma l’assessore regionale alla Sicurezza Fabrizio Ricca – Il desiderio di sicurezza dei cittadini, la loro richiesta di non aver paura di uscire di casa la sera, di fare una passeggiata al parco è sempre più presente. E’ uno nostro dovere dare risposte che siano all’altezza delle loro richieste”.

Emergenza COVID- 19 . Misure urgenti a favore della Polizia locale del Piemonte

Assegnazione di contributi regionali straordinari a favore degli operatori di Polizia locale impegnati nei servizi diretti a fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19. Con tale determinazione dirigenziale si è provveduto ad impegnare a favore di tutti i comuni del Piemonte una somma destinata al pagamento degli straordinari effettuati dagli operatori di Polizia locale per fronteggiare l’emergenza COVID-19 o per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale. La ripartizione della somma disponibile è stata effettuata avendo come riferimento la popolazione residente nei comuni riferita all’anno 2019. Le somme saranno liquidate ad avvenuta rendicontazione.Progetto sperimentale finalizzato ad elevare i livelli di sicurezza dei titolari di licenze taxi e dei loro clienti e di supporto nella ricostruzione dei sinistri.

Progetto sperimentale anti aggressione

Si ritiene opportuno avviare un progetto sperimentale finalizzato al contenimento delle aggressioni subite dai conducenti di taxi, in particolar modo nelle grandi città. Si prevede di dotare e pubblicare specifico avviso per manifestazione di interesse all’assegnazione di un contributo, destinato ai titolari di licenza taxi per l’acquisto e l’installazione di strumentazione idonea alla registrazione di dati di evento, da posizionare all’interno dell’abitacolo del veicolo. A seguito della verifica dei risultati ottenuti, attestata da apposita relazione tecnica, ed a condizione di apposita disponibilità di ulteriori risorse, a partire dall’anno 2021 il progetto di supporto potrà essere esteso a tutto il territorio piemontese.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail