Cerca
Close this search box.
Il professor Paolo Pisani primario otorino cardinal massaia
Attualità

Asti, affidata al prof. Pisani la relazione ufficiale sul tumore di collo e testa

Si tiene in questi giorni il congresso (a distanza) della Società Italiana Otorinolaringoiatria e il primario del Cardinal Massaia illustrerà i progressi delle cure

Primario di Otorino al Cardinal Massaia

Il professor Paolo Pisani, primario del reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale Cardinal Massaja di Asti, in questi giorni è il relatore ufficiale del 107° Congresso nazionale della Società italiana di Otorinolaringoiatria (S.I.O.), che dal 1891 rappresenta tutti gli specialisti italiani di questo settore e che dalla sua fondazione ad oggi è divenuta una delle più autorevoli società medico scientifiche nazionali. L’incarico attribuito al professor Pisani è particolarmente prestigioso perché per la prima volta negli ultimi quarant’anni il relatore ufficiale è un primario ospedaliero piemontese.

Asti punto di riferimento di tutta la SIO

Il congresso, dato il momento, si svolgerà in streaming, ma Asti sarà il punto di riferimento a cui tutti i congressisti guarderanno. Titolo della relazione sarà ”La malattia metastatica in oncologia della testa e del collo”.

Le novità della ricerca

Quali le novità in questo ambito medico?
«Nonostante gli importanti risultati ottenuti nel trattamento dei tumori della testa e del collo, la mortalità resta ancora elevata – risponde il professor Pisani – a causa della possibile comparsa di metastasi a distanza, che possono colpire i polmoni, il fegato, o altre parti. Recenti evidenze hanno dimostrato la possibilità di “cronicizzare” la malattia, passando da una sopravvivenza media di 10 mesi ad una di 30, in alcuni casi specifici ottenendo anche delle guarigioni».

Il ruolo della diagnostica per immagini

La relazione che sarà presentata, si avvale della collaborazione di studiosi nazionali ed internazionali ed affronterà diverse tematiche, con un interesse particolare per il ruolo della diagnostica per immagini e della ricerca traslazionale, che consente di abbinare varie tecniche di ricerca allo scopo di formulare diagnosi sempre più precise e mirate.

La nuova frontiera è la nanomedicina

Uno spazio importante avrà anche la presentazione delle nuove frontiere della nano-medicina, che consente di creare particelle utili a portare farmaci specifici proprio nella sede del tumore, colpendo solo le cellule malate e non danneggiando quelle vicine. «L’attribuzione di tale incarico – conclude il primario – è per me un onore che corona un impegno ultratrentennale nel campo dell’oncologia della testa e del collo, iniziato nei primi anni ’80 a Milano presso la clinica universitaria e presso l’Istituto dei Tumori. Il mio impegno professionale è continuato con il professor Franco Pia a Novara per oltre 10 anni e ad Asti come primario Otorino dal 1998. Dal 2016 sono coordinatore del gruppo di studio dei tumori della testa e del collo nell’ambito della rete oncologica della Regione Piemonte».

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale