movida astigiana
Attualità

Asti, la movida del week end sul tavolo del Prefetto

Tanta gente in strada che non sempre ha rispettato il divieto di assembramenti, le distanze e l’uso delle mascherine

All’ordine del giorno del Comitato per la sicurezza pubblica

La movida astigiana dello scorso week end con la gente riversata in strada e non tutte le restrizioni anticontagio rispettate, sono state al centro del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto oggi dal Prefetto di Asti.

Che ha richiamato tutti alla necessità di controlli sul divieto di assembramenti auspicando una consapevolezza diffusa dell’importanza di proseguire nell’adozione di comportamenti responsabili ed appropriati.

Criticità elencate dal sindaco

E’ stato lo stesso sindaco di Asti, Rasero, ad evidenziare alcune criticità da lui personalmente riscontrate dovute al gran numero di persone che fra sabato e domenica hanno manifestato tutto il loro desiderio di svago mettendo a dura prova le norme di distanziamento sociale e l’obbligo delle mascherine.

Monito delle autorità

Al termine del Comitato il Prefetto ha chiesto di monitorare ulteriormente la situazione tenendo particolarmente d’occhio i bollettini epidemiologici. Fra le righe un monito molto chiaro: è più che legittimo il desiderio di tornare alla normalità, ma se venisse registrata una recrudescenza della pandemia, le autorità non esiterebbero ad adottare nuovamente misure più restrittive nella libertà delle persone.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail