La Nuova Provincia > Attualità > Asti, l’attesa è finita: è il week end del Festival delle sagre!
AttualitàAsti -

Asti, l’attesa è finita: è il week end del Festival delle sagre!

Inaugurazione stasera alle 18 e, mezz'ora dopo, aprono le cucine. Domattina il grande corteo storico e poi tutti in piazza a mangiare

Le cucine aprono alle 18,30

Tutto pronto per la manifestazione con numeri da capogiro per la provincia di Asti.
Oggi e domani piazza del Palio si trasforma nel più grande ristorante all’aperto d’Italia per servire centinaia di migliaia di piatti che arrivano dritti dritti dalla tradizione culinaria contadina astigiana.
Ricchissimo il menù fatto di 75 portate diverse, dagli antipasti ai dolci, con i relativi prezzi che quest’anno, soprattutto per i dessert, hanno subito qualche ritocco all’insù.
Più caro anche il bicchiere di vino abbinato al piatto visto che, per regolamento, è stato imposto a tutte le 41 pro loco di servire solo vino doc o docg.

L’inaugurazione oggi, sabato,  alle 18 in piazza del Palio, all’ingresso del Villaggio gastronomico con apertura delle cucine alle 18,30 e chiusura alle 23,30.
Le stesse cucine riapriranno domenica alle 11,30 per servire piatti ad oltranza, fino ad esaurimento scorte. Per questioni di sicurezza, nel Villaggio del Festival delle Sagre non potranno essere introdotte stoviglie in vetro, lattine, oggetti ingombranti e pericolosi. Ci penserà una nutrita task force di addetti alla sicurezza a vigilare affinchè non si verifichino situazioni di pericolo e, in caso di necessità di soccorsi, quest’anno sono stati previsti dei corridoi interni alla piazza, opportunamente segnati a terra, per celerità di intervento.

Volontari Aisla per i disabili alle Sagre

Come da qualche anno a questa parte, per garantire l’accessibilità del Festival delle Sagre a tutti, i volontari dell’Aisla saranno presenti in una postazione al centro della piazza e saranno a disposizione per andare a ritirare (con una corsia preferenziale) i piatti per disabili e loro accompagnatori. Da non perdere la novità “social” di quest’anno, ovvero la presenza degli attori di Casa Surace che coinvolgeranno il pubblico delle Sagre in piccoli sketch che andranno poi in onda su Discovery Channel.
Tornano anche i treni speciali messi a disposizione da Trenitalia da Torino per Asti e ritorno, oltre che per Alessandria.
Sabato da Torino Porta Nuova partiranno alle 17,40 – 18,40 – 19,40 – 20,40 con ritorni da Asti alle 23,45 – 0,35 – 1,00 – 2,00.
Domenica partenze da Torino alle 9,20 – 9,45 – 10,05 – 11,40 e ritorni da Asti alle 15,30 – 16 – 17,05 – 17,58.

Il percorso del corteo storico

E’ l’altra faccia del Festival delle Sagre, quella che sa di storia e che si discosta (ma non troppo) per un momento dalla tavola per allargare lo sguardo alla storia e alle tradizioni.
E’ la grande sfilata storica delle 41 pro loco che danno da mangiare in piazza attesa per domenica mattina lungo tutto il centro cittadino con partenza da via Cavour, lato piazza Marconi alle 19,15.

Il percorso prevede tutta via Cavour, piazza Statuto, piazza San Secondo, via Gobetti, corso Alfieri, piazza Alfieri con passaggio davanti alla tribuna, di nuovo corso Alfieri fino a piazza Primo Maggio, via Calosso, viale alla Vittoria, via Fratelli Rosselli, corso Galileo Ferraris e termine in piazza del Palio.
Sono oltre 3 mila i figuranti in costumi d’epoca che a piedi, su carri, accompagnati da animali, su trattori o altri mezzi antichi, presenteranno temi diversi della vita contadina di un tempo.
Uno spettacolo più unico che raro, perchè è come se un museo di contadinerie di enormi dimensioni si mettesse in moto e si animasse lungo le vie cittadine.
Come sempre, ad aprire il corteo, saranno i ragazzi de La Nuova Provincia, anche loro su auto rigorosamente d’epoca, per distribuire i volantini con l’ordine di sfilata. Poi le bandiere di mutuo soccorso, i cuochi che animano i disegni di Guarene e, via via, tutte le pro loco.
Tante le limitazioni al traffico predisposte dal servizio viabilità del Comune di Asti.
La raccomandazione è sempre la stessa, quella di lasciare a casa l’auto ma se proprio non potete sono disponibili due grandi parcheggi agli ingressi della città (piscina Asti Lido per l’arrivo da Ovest e piazza d’Armi fronte Enel per l’arrivo da Est) dai quali partono bus navetta ogni mezz’ora dalle 18,15 all’1 di sabato e dalle 8,30 a mezzanotte di domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente