vaccinazione a Bubbio
Attualità
Galleria 
Emergenza sanitaria

Campagna vaccinale: l’Asl AT ha già vaccinato 5.628 persone sopra gli 80 anni

Superati gli obiettivi regionali. In totale sono 25.000 le dosi somministrate

Prosegue a ritmo sostenuto la campagna vaccinale anti-Covid per la popolazione over 80 nell’Asl di Asti. Sono ad oggi 5.628 gli 80enni e ultra 80enni vaccinati nelle 17 sedi che l’azienda sanitaria ha individuato sul territorio (dislocate nei Comuni di Asti, Canelli, Nizza Monferrato, Calliano, Montiglio, San Damiano, Villanova d’Asti, Villafranca d’Asti, Bubbio, Castagnole delle Lanze, Castello di Annone, Cocconato, Costigliole, Montegrosso) per rendere il più possibile capillare la rete dei punti vaccinali.

Al momento sono stati ampiamente raggiunti e superati gli obiettivi di vaccinazione fissati a livello regionale. Questo significa che, se continuerà ad esserci la disponibilità dei vaccini Pfizer e Moderna utilizzati per gli over 80, la campagna per questa fascia di popolazione – circa 16mila persone – terminerà in anticipo rispetto alla scadenza prevista di fine mese.

Un risultato che finora è stato reso possibile anche grazie al consistente sostegno delle associazioni di volontariato, circa una ventina per 150 volontari impiegati in due coordinamenti diversi (uno per l’area Nord e uno per l’area Sud del territorio), alla grande partecipazione delle amministrazioni comunali e agli oltre 90 medici di famiglia che hanno risposto all’invito di presenziare e collaborare alla gestione delle attività.

Sta procedendo più lentamente la vaccinazione a domicilio per i soggetti più fragili e non in grado di raggiungere le sedi vaccinali, proprio a causa della natura stessa dell’attività e della maggiore complessità organizzativa che richiede. L’Asl At garantisce in ogni caso che tutte le persone che hanno aderito saranno regolarmente vaccinate.

La campagna vaccinale sta comunque continuando non solo per la popolazione over 80. In totale dall’inizio dell’anno sono 24.928 le inoculazioni eseguite, di cui 7.462 seconde dosi.

In settimana termineranno le vaccinazioni per il personale scolastico e le forze dell’ordine, mentre martedì 16 marzo inizieranno quelle per i soggetti disabili inseriti in struttura, cui seguiranno successivamente gli operatori dei servizi essenziali.

«Pur in un momento difficile a causa della situazione epidemiologica, stiamo proseguendo con il massimo sforzo nella campagna di vaccinazione, che è fondamentale per uscire il prima possibile da questa emergenza – commenta il direttore generale dell’Asl At Flavio Boraso -. Ringrazio il personale dell’azienda sanitaria per l’impegno che sta dimostrando e le associazioni, le amministrazioni e i medici di famiglia per l’importante collaborazione che ci sta permettendo di procedere con più rapidità».

(Nelle foto alcuni momenti delle vaccinazioni a Bubbio di sabato scorso con il direttore sanitario Asl At Mauro Occhi, personale sanitario Asl, Mmg e volontari)

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Una risposta

  1. Buonasera,
    non so se può interessare, ma presso l’ASL di Calliano agli over 80 non viene somministrato Pfizer e nemmeno Moderna, ma AstraZeneca, cosa questa che è abbastanza inspiegabile, visto che il piano sanitario invece prevede per questa fascia d’età devono essere somministrati obbligatoriamente i vaccini con RNA.
    A domanda specifica, hanno risposto che hanno disponibilità solo del vaccino AstraZeneca indipendentemente da quello indicato da piano sanitario ufficiale.
    Forse sarebbe necessaria una verifica di cosa sta avvenendo e perchè non somministrano agli over 80 i vaccini corretti?
    Informazioni avute il 16 marzo 2021.
    saluti

I commenti sono chiusi.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail