titti 11
Attualità
Fantino confermatissimo

Don Bosco, Perri: «Avanti con Tittìa»

Il responsabile della commissione corsa aggiorna sulle condizioni di Aurus, cavallo che si era infortunato a settembre: «Recupero straordinario, si è ristabilito nel migliore dei modi»

Con rinnovate ambizioni, desiderio di primeggiare e diverse iniziative in cantiere il Borgo Don Bosco ha dato il via all’annata paliesca 2022-2023. Archiviata la corsa del settembre scorso con il dispiacere di non aver potuto competere per il successo a causa dell’infortunio occorso al mezzosangue Aurus, il Comitato gialloblu ha immediatamente rinnovato la fiducia al fantino Giovanni Atzeni, attualmente indiscusso numero uno del panorama delle monte.

Arriva da Marco Perri, responsabile della commissione corsa, l’ufficialità della presenza ad Asti di Tittìa anche il prossimo anno.

«Giovanni sarà con noi nel 2023, abbiamo totale fiducia in lui e la nostra voglia di andare a caccia del trionfo che manca dal 1996 è la stessa degli anni passati. Il rapporto reciproco è ottimo e le sue aspirazioni vanno perfettamente a coincidere con le nostre.»

L’anno passato l’infortunio al cavallo vi ha penalizzato in maniera decisiva. Quali sono le attuali condizioni di Aurus?

«Nel 2022 abbiamo vissuto una brutta esperienza ed è inutile negare che abbiamo temuto il peggio. Fortunatamente gli sviluppi della situazione sono stati molto positivi, al punto che il cavallo si è ottimamente ristabilito. Non soltanto per tornare a svolgere attività di passeggio come in un primo tempo si auspicava quale traguardo massimo, ma addirittura per tornare a disputare qualche corsa magari di livello non troppo elevato. Un recupero straordinario.»

Qualcuno ipotizzava che Atzeni il prossimo anno, dopo aver rinunciato a Legnano, si limitasse a correre i due Palii senesi….

«Ribadisco che Giovanni sarà sicuramente da noi a settembre. Sulla sua presenza in altri Palii che non siano Asti e Siena posso soltanto andare per sensazioni. Se il no a Legnano è definitivo credo che a Ferrara o più ancora a Fucecchio potremmo invece vederlo al canapo. Ma sottolineo: sono mie sensazioni personali, non certezze.»

E’ prematuro parlare di cavalli in ottica 2023?

«A oggi possiamo affrontare il discorso parlando non tanto di soggetti particolari che potrebbero interessarci, ma di scuderia. E quella di Tittìa è fornitissima: Zeta Penny e Cuore Impavido sono i primi due nomi che mi vengono in mente, ma ci sono tanti altri mezzosangue degni di interesse. Inoltre, sempre d’accordo con Giovanni, non escludiamo una possibile soluzione esterna alla sua scuderia: non scordiamoci che Don Bosco il Palio 2022 avrebbe dovuto correrlo con Ribelle da Clodia, mezzosangue che apparteneva ad un altro proprietario.»

Palio dell’Amicizia

Il Rettore Marco Scassa annuncia lo svolgimento dell’edizione 2022 dell’evento nato per volontà dell’indimenticabile Maddalena Spessa:

«Come ogni anno, tradizione ultraventennale, consegneremo il riconoscimento al quale Maddalena teneva tanto. Sarà difficile scegliere, poiché le candidature segnalate dai Comitati sono state davvero tante. L’appuntamento è per sabato 17 dicembre, dalle 17 alle 19, nel ridotto del Teatro Alfieri (sala Gianni Basso), via Teatro Alfieri 2.»

Eventi e manifestazioni

Massimiliano Stella, vicerettore e responsabile manifestazioni del Borgo gialloblu, illustra gli eventi 2022.

«Ripartiremo a pieno regime dopo lo stop forzato per la pandemia. E’ nostra intenzione riproporre la Festa al Parco Bramante, purtroppo annullata negli ultimi tre anni, alla quale sarà abbinata la competizione riservata agli sbandieratori. Per il resto avremo la Cena di Natale la sera del 17 dicembre, dopo il Palio dell’Amicizia, la tombolata dell’Epifania ed ovviamente parteciperemo a tutti gli eventi previsti dal calendario paliesco.

Nelle foto: Tittìa con Aurus; De Bonis, Guazzo, Scassa e Atzeni con il loro cavallo.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale