La Nuova Provincia > Attualità > Entro l’estate ad Asti, in collina Bellavista, ci sarà un nuovo parco
Attualità Asti -

Entro l’estate ad Asti, in collina Bellavista, ci sarà un nuovo parco

Sarà il Comune, investendo gli oneri di urbanizzazione secondaria, a realizzare la nuova area verde

Ultimi lavori al P.I.R.U. Bellavista

Entro l’estate Asti avrà un nuovo parco che renderà più fruibile, soprattutto da famiglie e bambini, il nuovo quartiere residenziale di Bellavista.

«Il progetto approvato – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Stefania Morra – prevede la realizzazione un parco pubblico con estensione di circa 3.500 mq, dotato di percorsi pedonali di accesso, area attrezzata per giochi bimbi, zona allestita a piazzetta con gradonate ad anfiteatro per il gioco e la socializzazione. L’intervento comprende anche la realizzazione di un’area sgambamento cani, recintata e dotata di cancelletto di accesso. Saranno inoltre installati una fontana, panchine e cestini porta rifiuti. Tutta l’area sarà soggetta a decespugliamento e saranno mantenute le essenze arboree significative, già presenti in loco. E’ prevista inoltre la ricarica con terreno vegetale e l’inerbimento di alcune porzioni di parco».

Collina Bellavista, che si trova in cima a via Campassi (oltre il cimitero di viale Don Bianco) è stata edificata nell’ambito del P.I.R.U. omonimo e i diversi costruttori edili, riuniti in un consorzio, avevano siglato la convenzione con il Comune impegnandosi a realizzare le opere di urbanizzazione primaria e secondaria a scomputo degli oneri dovuti.

Gli oneri di urbanizzazione

«Le opere di urbanizzazione primaria, – fanno sapere dagli uffici comunali – consistenti nella realizzazione della nuova viabilità (prolungamento di via Campassi ndr), fognature, acquedotto e illuminazione pubblica, sono state completate e attualmente siamo in fase di verifica per le future operazioni di collaudo. Per quanto riguarda le opere di urbanizzazione secondaria (parco e viabilità di accesso ndr), i proponenti del P.I.R.U. Collina Bellavista, considerata la sopraggiunta fase di crisi nel campo dell’edilizia, che non ha consentito a tutti gli operatori di costruire gli edifici autorizzati, hanno chiesto al Comune la possibilità di versare l’importo dovuto per gli oneri di urbanizzazione secondaria, sulla scorta dei volumi effettivamente edificati, delegando allo stesso il completamento delle urbanizzazioni della zona».

In totale grazie al P.I.R.U “Collina Bellavista” il Comune ha incassato 323.103 euro, cifra con la quale è stato finanziato il progetto approvato nel 2017 e che prevedeva la realizzazione della viabilità di collegamento al parco Bellavista, il completamento delle opere delle reti fognarie, l’acquedotto, l’illuminazione pubblica, oltre alle prime opere di sistemazione dell’area verde che ospiterà il nuovo parco. Durante l’esecuzione dei lavori indicati, grazie al ribasso d’asta, sono stati risparmiati 76.128 euro che serviranno per il progetto di allestimento del Parco Bellavista. I lavori dell’area verde inizieranno in primavera e si concluderanno per l’estate.

Un Commento

  • Maurizio ha detto:

    Bellissima iniziativa, ma a Bellavista (via Gandhi, via Don Gallo e via Don Bianco ) mancano marciapiedi e segnaletica stradale e le aree verdi pubbliche sono lasciate alla cura dei residenti, da oltre 10 anni.
    E’ veramente pericoloso percorrere a piedi le vie sopracitate ed in particolare il ponte sulla ex ferrovia per Chivasso in via Don Bianco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente