Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/il-sindaco-e-gli-altri-astigianibrbagnati-dalla-secchiata-benefica-56e6887d947ca1-nkikuu28x77qgrbsj6lks9p7x77zua26mrtjuy5vuw.jpg" title="Il sindaco e gli altri astigiani
bagnati dalla secchiata benefica" alt="Il sindaco e gli altri astigianibagnati dalla secchiata benefica" loading="lazy" />
Attualità

Il sindaco e gli altri astigiani
bagnati dalla secchiata benefica

Si chiama "Ice Bucket Challenge" una definizione in lingua inglese per indicare un secchio di acqua gelata da versarsi in testa nominando altri tre personaggi, nella speranza che siano

Si chiama "Ice Bucket Challenge" una definizione in lingua inglese per indicare un secchio di acqua gelata da versarsi in testa nominando altri tre personaggi, nella speranza che siano disposti a ripetere l'esperienza. E' una sorta di "virus" che ha colpito anche l'Italia e Asti non è rimasta immune dal batterio. I primi video da Asti sono arrivati sabato, e hanno coinvolto il mondo del Palio con il capitano Enzo Clerico, poi quello della politica con gli esponenti del Pd Michele Miravalle, Enrico Panirossi, Elis Aceto e Riccardo Fassone. Ma perché tanta smania di apparire e di fare? E' una questione di beneficenza, in favore della ricerca sulla Sla (Sclerosi Laterale Amiotrofica). Una singolare raccolta fondi da destinare alla ricerca su questa malattia. Negli Usa in pochi giorni sono stati raccolti con questo sistema ben 31 milioni di dollari, mentre da noi i fondi vengono raccolti dall'Aisla.

E già, perché non basta ricevere sulla testa la secchiata gelida. Dopo averlo fatto è necessario anche fare un'offerta in favore della ricerca sulla Sclerosi laterale amiotrofica, forse come omaggio per essere sopravvissuti alla singolare prova. Anche altri politici astigiani hanno poi aderito all'iniziativa e hanno immortalato sul loro profilo Facebook il momento del "misfatto". Tra questi l'assessore Maria Bagnadentro e il presidente dell'Asp Paolo Bagnadentro che hanno sorriso di fronte alla telecamera dopo essere stati inondati dal getto gelido di acqua. Ma c'è di più.

Durante la giornata di lunedì all'Urban Adventure Park dei giardini pubblici si sono alternati giovani e meno giovani tutti pronti ad affrontare la prova della Sla. Non è mancato il sindaco della città Fabrizio Brignolo che, attorniato da uno stuolo di concittadini incuriositi dalla coraggiosa prova del primo cittadino, si è fatto lanciare un'abbondante secchiata di acqua fredda sulla testa. Poi a seguire la stessa esperienza è toccata a Gianfranco Chiaranda, ambasciatore dello sport di Asti, e ad altri concittadini come l'attrice Chiara Buratti e la fotografa e imprenditrice Paola Malfatto.

In ogni caso, al di là del secchio d'acqua sulla testa, chi volesse aiutare la ricerca sulla Sla potrà fare un bonifico direttamente a: Aisla Asti Onlus, Cassa di Risparmio di Asti, filiale di Baldichieri – IBAN: IT02X0608547240000000022288.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale