Mensa scolastiche piatti
Attualità
Servizio di refezione

Mense scolastiche, ecco le rilevazioni degli insegnanti

Pubblicati i risultati del nuovo monitoraggio sul menu invernale proposto dalla Commissione cittadina

Dopo il sondaggio tra le famiglie, effettuato nelle scorse settimane, il gradimento delle mense scolastiche è stato valutato attraverso gli occhi degli insegnanti. Al centro sempre il menu invernale, servito fino alla scorsa settimana nelle scuole materne, elementari e medie cittadine.
Ad organizzare entrambe le rilevazioni la Commissione mensa cittadina, formata da rappresentanti di genitori e insegnanti, che partecipa ad incontri regolari con il Comune con l’obiettivo di garantire una mensa di qualità e in grado di fungere da occasione di educazione alimentare.
«Gli insegnanti presenti durante i pasti nelle mense – commentano dalla Commissione – rappresentano un punto di osservazione molto importante per la valutazione del gradimento dei pasti da parte degli alunni. Vedono cosa mangiano i bambini e possono spronarli ad assaggiare cibi che non rientrano nelle loro abitudini alimentari. Abbiamo così pensato di approntare un modulo digitale da compilare con le loro osservazioni».

I primi e secondi piatti

Cosa è emerso? «A differenza delle famiglie – continuano – i docenti hanno evidenziato in generale un buon gradimento dei primi piatti. Non solo di pasta in bianco, al pomodoro, al pesto, al ragù, ma anche di creme di legumi o verdure. Meno apprezzate, invece, alcune tipologie di primi, come i fusilli integrali alla pizzaiola e al ragù vegetale e il passato di verdure con orzo».
La preparazione dei secondi, invece, ha riscontrato notevoli differenze nel gradimento. Sono stati apprezzati alcuni piatti come l’arrosto di tacchino, la coscia di pollo, il petto di pollo al limone, la milanese di lonza al forno. Ampiamente rifiutati, invece, l’hamburger di pesce al pomodoro, il merluzzo al limone e lo sformato di broccoli e patate. «Le segnalazioni dei docenti – continuano – sottolineano, rispetto a questi piatti, come il mancato gradimento sia da imputare anche “ad una preparazione poco accurata e gradevole alla vista”».
Gli altri piatti proposti hanno ricevuto un parziale gradimento.

Contorni, pane e frutta

«In linea con quanto evidenziato dai genitori – spiegano – i contorni a base di verdure non sono molto apprezzati. E questo non dipende solo dalle abitudini alimentari dei bambini, ma dalla preparazione e dal condimento (troppo aceto o olio, piatto insipido, freddo, ecc.)».
«E ancora – concludono – il pane è gradito, ma molti bambini, trovandolo già in tavola prima del pasto, tendono a consumarlo subito, pregiudicandosi un pasto completo. La frutta, che non è stata inserita in questo documento sintetico, è “promossa” se “facile” da mangiare come le banane (purché di giusta maturazione). Maggiori difficoltà sono state riscontrate con la frutta da sbucciare, specialmente con le posate di plastica in dotazione».

I risultati completi

I monitoraggi, organizzati su base settimanale, sono stati inoltrati all’Unità operativa mensa del Comune che li ha inviati alla ditta che effettua il servizio per richiedere delucidazioni sulle criticità segnalate.
Per leggere i risultati completi cliccare qui.
Per un confronto con i risultati del sondaggio di gradimento rivolto ai genitori, effettuato nelle scorse settimane, cliccare qui.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo