Arrivo ambulanza clinica San Giuseppe
Attualità

Nell’ex clinica San Giuseppe arrivati i primi quattro pazienti covid guariti

Dopo aver ricevuto tutti i benestare necessari, oggi sono iniziati i primi trasferimenti che nel giro di qualche giorno, permetteranno di liberare 40 posti nell’ospedale astigiano

L’arrivo dei pazienti covid

“Il coronavirus si sconfigge facendo rete, lavorando in completa sinergia tra sanità pubblica e privata”. Con queste parole di buon auspicio inizia il comunicato stampa della Cooperativa Sociale IL FARO che da oggi (venerdì) ha aperto le porte, nell’ala indipendente di via al Castello della Clinica San Giuseppe, ai primi quattro pazienti Covid-19 dimessi dall’ospedale Cardinal Massaia.

Ricevuti tutti i benestare

Dopo aver ricevuto tutti i benestare necessari quindi, oggi sono iniziati i primi trasferimenti che nel giro di qualche giorno, permetteranno di liberare 40 posti nell’ospedale astigiano. ”La Cooperativa Sociale IL FARO è felice di questa collaborazione – ha affermato l’Amministratore Delegato, Giorgio Maldonese – e fin da subito ha dato il proprio sostegno rispondendo alla richiesta del Commissario dell’ASL AT anche perché la struttura, divisa in due blocchi autonomi e separati, permette di operare in piena sicurezza”.

L’ultima parola all’assessore Icardi

L’ultima parola l’ha avuta l’Assessore regionale alla Sanità Luigi Genesio Icardi con il suo consenso dopo il sopralluogo di ieri alla presenza dei carabinieri del NAS di Alessandria e il parere favorevole dei Vigili del Fuoco; le verifiche sulla struttura sono state scrupolose anche da parte del Commissario Giovanni Messori Ioli e del Presidente della Commissione di Vigilanza dell’ASL di Asti.

Lungo iter di controllo

“L’iter è stato lungo – ha confessato il Direttore Sanitario, Dott. Claudio Lucia – ma in questo modo abbiamo avuto la possibilità di predisporre percorsi sicuri, personale dedicato, formazione costante, supporto psicologico grazie alla nostra psicologa aziendale e soprattutto, cambiando l’aspetto logistico della clinica, due strutture completamente autonome.”

Pazienti covid nell’ala di via al Castello

I pazienti Covid saranno infatti ospitati nell’ala di via al Castello e seguiti direttamente dai medici USCA coordinati dalla Dott.ssa Tamietti mentre nel reparto di via De Gasperi rimarranno i pazienti negativi e quelli che, man mano, saranno guariti.

I ringraziamenti

“Un ringraziamento particolare – ha concluso Giorgio Maldonese – va al Commissario Giovanni Messori Ioli, al Sindaco Maurizio Rasero, all’Assessore Regionale Luigi Genesio Icardi ma soprattutto ai soci lavoratori della Cooperativa Sociale IL FARO cui va anche un plauso per lo sforzo e il sacrificio che stanno rendendo alla collettività.”
Monica Jarre

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo