vacca
Attualità
Lunga esperienza in Comitato

Palio, Comitato di Nizza: Stefano Vaccaneo è il nuovo Rettore

“Dopo la vittoria del 2016 abbiamo sempre recitato un ruolo di primo piano ed è ciò che continueremo a fare. E’ nostra intenzione ridare fiducia al fantino Antonio Siri”
Cambio della guardia alla guida del Comitato Palio di Nizza Monferrato. Stefano Vaccaneo ha preso il posto di Fabio Covello nelle vesti di Rettore.

Tanta voglia di fare e grande entusiasmo da parte di Vaccaneo, colonna portante da anni dell’organico giallorosso.

«Ho raggiunto un traguardo prestigioso andando ad occupare una carica che mi riempie di orgoglio. Un punto d’arrivo importante dopo aver iniziato a 16 anni quale sbandieratore ed aver via via svolto compiti di vario tipo in seno al Comitato. Sono stato vicerettore con Diotti nel 2017 e ho mantenuto la carica nel 2019 con Covello. Ho pure avuto l’incombenza per più anni di responsabile della commissione corsa ed ho anche ricoperto l’incarico di tesoriere. Impegni quindi ad ampio raggio.»

Il tuo mandato è biennale: quale linea intendi seguire? Rinnovamento oppure proseguirai sulla traccia impostata dai tuoi predecessori?

«Fermo restando che in un Comitato l’impegno e la qualità dei componenti dello stesso sono fondamentali, posso tranquillamente affermare che negli ultimi anni, dopo il trionfo con Tittìa nel 2016, ci siamo sempre mossi con competenza in un Palio a 21 partecipanti complicato e difficile quale quello di Asti. Una linea che intendo continuare a seguire e che ci porterà a recitare un ruolo di primo piano.»

L’anno passato le cose non sono però andate benissimo…

«Avevamo preparato tutto al meglio, purtroppo la cavalla che avrebbe dovuto correre è stata scartata alle visite veterinarie per una leggera zoppìa e nonostante disponessimo di un altro soggetto valido abbiamo comunque dovuto ridimensionare le nostre ambizioni.»

Ridarete fiducia ad Antonio Siri quale fantino?

«Credo proprio di sì. E’ un professionista serio e preparato, con una scuderia di valore assoluto. Ad ottobre lo abbiamo incontrato e salvo sviluppi contrari al momento neppure ipotizzabili nel 2023 Antonio difenderà di nuovo i nostri colori.»

Commissioni e responsabili: già tutto fatto?

«A grandi linee sì, non vi saranno stravolgimenti eclatanti ma soltanto piccoli ritocchi. Gli incarichi di maggiore responsabilità saranno occupati da figure di assoluta affidabilità.»

Nizza come vive il Palio nel corso dell’anno?

«Il coinvolgimento della città non è totale, ma credo sia così anche ad Asti nei vari Comitati. Nei giorni immediatamente precedenti l’evento la partecipazione e l’interesse aumentano sensibilmente.»

Parteciperete ad eventi locali e proporrete nuove iniziative?

«Saremo presenti come Comitato ad appuntamenti quali “Nizza è Barbera”, “Monferrato in Tavola” e al “Mercatino dell’Antiquariato». Inoltre riproporremo il “Carnevale dei Bambini”.

Infine i ringraziamenti….

«Un grazie particolare va a tutti i miei collaboratori in seno al Comitato, all’amministrazione comunale che ci ha messo a disposizione una centralissima sede ed infine, ma non per questo meno importanti, a tutti i miei familiari per la pazienza che hanno nei miei confronti e per il tempo che sottraggo loro: l’appoggio che mi danno è fondamentale.»

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo