prima batteria palio 2019
Attualità
Manifestazione

Palio di Asti: preoccupa il diffondersi della variante Delta

Venerdì si è svolto un incontro tra il sindaco Rasero e i rettori per confrontarsi sull’organizzazione della corsa ed eventuali criticità

Il sindaco di Asti Maurizio Rasero parla di «nubi all’orizzonte», ma è evidente che ad essere preoccupato non è solo lui. Venerdì scorso si è tenuto un incontro tra Rasero e i rettori dei comitati Palio per fare il punto della situazione su quanto il Comune ha fatto, fino ad oggi, nel tentativo di organizzare il prossimo Palio, previsto per il 5 settembre.

Un incontro sereno, ma nel quale il sindaco non ha nascosto quelle che potrebbero rivelarsi criticità nell’organizzazione dell’evento. C’è chi dice che Rasero sia molto preoccupato per gli ultimi dati dei contagi da variante Delta che, secondo il CTS, sarà quella prevalente in Italia entro il mese di agosto.

Quindi nel mese a ridosso del Palio che, in ogni caso, non ha ottenuto dal Ministero della Salute alcun tipo di “deroghe” ai protocolli anticovid attualmente vigenti. Ed è questa un’altra criticità che l’amministrazione comunale dovrà tenere in considerazione perché, da quanto si è potuto apprendere, l’eventuale corsa in piazza Alfieri non potrà avere pubblico nel catino, né ci saranno le tribune lungo i due portici Anfossi e Pogliani. Ma, al posto delle tribune laterali, non potrà neanche esserci il pubblico per ragioni di sicurezza.

Con i posti più che dimezzati, anche l’incasso dei biglietti coprirebbe solo una minima parte dei costi di allestimento. È anche per questo che il sindaco starebbe cercando di trovare nuovi finanziamenti da destinare al Palio, ad esempio chiedendo un sostegno extra alla Regione. «Stiamo lavorando per fare la manifestazione, – è l’unico commento di Rasero – ma è ovvio che l’andamento dei contagi per la variante Delta ci preoccupa».

Oggi pomeriggio è previsto l’incontro tra il sindaco e il prefetto Terribile proprio per discutere di questi e altri temi legati all’organizzazione della storica corsa.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Una risposta

  1. ma l’immunità di gregge per settembre ?allora è tutto una presa in giro.poi basta essersi vaccinati o al più tampone negativo per partecipare.

I commenti sono chiusi.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail