serata castigliano Forminlife
Attualità
Salute e prevenzione

Patologie tempo-dipendenti e primi soccorsi: così si possono salvare vite

Ad Astiss si è svolta una serata voluta dall’Istituto Castigliano in collaborazione con l’associazione FormiInLife

“Emergenze a rischio vita – Riconoscere e allertare precocemente i soccorsi fa la differenza” è stato il tema dell’incontro, organizzato nell’Aula Magna di Astiss, promosso dall’Istituto Castigliano in collaborazione con l’associazione no profit FormInLife. Un evento cui hanno partecipato più di sessanta persone, tra cui molti studenti del corso per operatori socio sanitari – oss, interessate ad approfondire alcune delle principali patologie tempo-dipendenti che colpiscono la popolazione. Come identificarle? Come agire per prestare i primi soccorsi e attivare la catena della sopravvivenza?

Tanti gli argomenti affrontati dagli istruttori di FormInLife che ha fatto partire dall’Astigiano una vera rivoluzione culturale per formare i cittadini affinché siano pronti per affrontare alcune emergenze. Durante la serata hanno preso la parola i sanitari e istruttori di FormInLife Marco Pappalardo (infermiere specialista in urgenza/emergenza e terapia intensiva, ma anche presidente e fondatore di FiL), Ilaria Varese (medico specialista in anestesia e rianimazione nonché direttore sanitario di FiL), Guido Conti (infermiere strumentista presso il blocco operatorio dell’Asl AT e istruttore di FiL), Federico Vola (farmacista e istruttore di FiL) e Simona Soldi (istruttrice FiL e responsabile, insieme a Giuseppe Mauriello, del progetto School and Life dedicato alla formazione dei bambini nelle scuole).

L’aula magna durante la serata organizzata dal Castigliano e FormInLife

Gli specialisti hanno spiegato come riconoscere un arresto cardiaco e attivare la catena dei soccorsi chiamando il numero unico 1.1.2; come riconoscere i sintomi dello stroke ischemico (o ictus cerebrale), cosa fare se si è in presenza di qualcuno che lamenta un forte dolore toracico. Poi hanno mostrato dal vivo la tecnica per eseguire la Manovra di Heimlich in caso da incidenti da soffocamento e ostruzione delle vie aeree superiori, ma anche come attivare tutta una serie di precauzioni per evitare di cadere vittime del monossido di carbonio. Tutte emergenze che possono succedere nella vita di ogni giorno, ma che, se rilevate in tempo e affrontate a dovere, possono essere superate grazie ad un tempestivo intervento dei sanitari.

Ai laici tocca però fare la scelte giuste, come mostrato durante alcuni video di forte impatto emotivo: decidere se assistere passivamente a un’emergenza, senza fare nulla, o diventare un anello di quella catena della sopravvivenza che può fare la differenza tra la vita e la morte.

A portare i saluti agli studenti presenti alla serata, che si è tenuto nel rispetto di tutte le normative antiCovid in vigore, anche il sindaco Maurizio Rasero che si è complimentato con l’associazione FormInLife per l’importante lavoro svolto nella formazione dei cittadini (dal 2007 se ne contano più di 37.000) per incrementare la loro capacità di rispondere nei casi di emergenza e urgenza.

[foto Billi]

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo