Ex clinica San Giuseppe
Attualità

Prosegue la collaborazione tra l’ex clinica San Giuseppe e l’ospedale di Asti per i pazienti guariti dal Covid

“I letti a rotazione, sono sempre tutti occupati – riferiscono dalla San Giuseppe – e man mano che i pazienti risultano negativi ai tamponi e vengono dimessi, immediatamente sono rimpiazzati da nuovi arrivi”

Funziona la collaborazione tra ex clinica San Giuseppe e l’ospedale
di Asti

Sta funzionando come previsto la collaborazione tra la Clinica San Giuseppe (ora Residenza per Anziani), gestita dalla Cooperativa Sociale Il Faro, e l’Ospedale Cardinal Massaia di Asti. Un sostegno nato con l’intento di alleggerire la struttura ospedaliera messa a dura prova dall’emergenza Covid-19.

40 posti letto a disposizione

Dai primi giorni di maggio infatti la Clinica, dopo aver ottenuto le autorizzazioni necessarie, ha messo a disposizione quaranta posti letto nell’ala completamente indipendente che affaccia su via al Castello provvista di entrate e uscite autonome e personale dedicato.

Letti a rotazione

“I letti a rotazione, sono sempre tutti occupati – riferiscono dalla San Giuseppe – e man mano che i pazienti risultano negativi ai tamponi e vengono dimessi, immediatamente sono rimpiazzati da nuovi arrivi.” La palazzina di via al Castello è stata la prima struttura in Asti ad avere tutte le caratteristiche richieste per ricoveri Covid e in questo modo ha permesso all’Ospedale di Asti di riprendere un’attività pressoché normale e iniziare a smaltire le oltre 30.000 prenotazioni di esami e visite accumulatesi nel frattempo.
Monica Jarre

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo