"Rimborsi facili" in Regione, chiestoil rinvio a giudizio per 39 consiglieri
Attualità

"Rimborsi facili" in Regione, chiesto
il rinvio a giudizio per 39 consiglieri

Presentata dalla Procura di Torino la richiesta di rinvio a giudizio per il presidente della Regione Roberto Cota e altri 39 consiglieri regionali, nell’ambito dell’inchiesta sui “rimborsi

Presentata dalla Procura di Torino la richiesta di rinvio a giudizio per il presidente della Regione Roberto Cota e altri 39 consiglieri regionali, nell’ambito dell’inchiesta sui “rimborsi facili” in Regione Piemonte.  La richiesta riguarda anche due politici astigiani, e più precisamente Rosanna Valle, consigliere eletta nelle fila del Pdl ed attualmente in forza a Progett’Azione e l’assessore Giovanna Quaglia.

Per Cota, come per altri consiglieri, l’accusa è di peculato; i politici dovranno chiarire al giudice l’uso che hanno fatto dei soldi chiesti all’ente come rimborso. Sedici i politici piemontesi fuori dall’inchiesta, tra questi anche l’astigiana Angela Motta. Pronti i commenti del govarnatore alla notizie della richiesta di rinvio: «Riaffermo la correttezza delle mie azioni e la limpidezza delle mie intenzioni, farò valere le mie ragioni».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo