La Nuova Provincia > Attualità > Villafranca d’Asti, il presidente della casa di riposo con focolaio Covid rassicura i parenti: «E’ tutto sotto controllo»
Attualità Villafranca - Villanova -

Villafranca d’Asti, il presidente della casa di riposo con focolaio Covid rassicura i parenti: «E’ tutto sotto controllo»

Ma ammette una grave mancanza di personale dovuta al fatto che moltissimi dipendenti sono in quarantena

Il personale rimasto sta facendo il possibile

«Purtroppo al numero di contagiati tra il personale della casa di riposo si aggiunge la difficoltà di reperire altre figure socio-assistenziali carenti in molte strutture a causa dell’emergenza sanitaria», conferma il Presidente del Santanera di Villafranca Carlo Binello.
«Tutto il personale che già operava all’interno della struttura è stato assunto dalla nuova cooperativa KCS subentrata nella gestione della casa di riposo a inizio novembre. L’unica nuova assunzione riguarda un’infermiera professionale con esperienza in RSA», precisa Binello sottolineando che il focolaio di positivi non può essere imputabile al cambio di gestione.
«A questa sera (giovedì) – fa sapere Binello in contatto con gli operatori della struttura – risultano 7 positivi tra il personale di cui fanno parte in tutto venti dipendenti impegnati su tre turni di lavoro e 30 ospiti.
Il personale sanitario mi ha molto tranquillizzato confermando che non si riscontrano sintomi fatta eccezione per una persona già affetta da problemi di salute.
La situazione è sotto controllo: tutto il personale sta facendo del proprio meglio per garantire le cure agli ospiti e arginare la crisi.
Tutti i pazienti positivi sono isolati all’interno delle proprie stanze mentre il personale contagiato è a casa per il periodo di quarantena obbligatoria. Positiva, ma sempre in contatto telefonico con la casa di riposo per monitorare l’andamento dell’emergenza anche la Direttrice Miranda Lionello».
«Invito i familiari a mantenere la calma – aggiunge – capiamo che è un momento difficile ma tenere occupati al telefono i nostri operatori non è la soluzione. Continueremo a organizzarci con le videochiamate come abbiamo sempre fatto e qualora dovesse verificarsi un peggioramento della situazione lo comunicheremo immediatamente ai familiari, ipotesi questa che vogliamo scongiurare con ogni mezzo». Scende intanto a 47 il numero dei contagi in paese (esclusi quelli della casa di riposo).
«A fronte di un paio di guarigioni, sono stati segnalati anche nuovi contagi il bilancio resta invariato ma i numeri sono ancora molto alti: rinnovo l’invito a limitare gli spostamenti a casi di necessità e a rispettare tutte le norme che ormai conosciamo», dice il sindaco Anna Macchia.

Marzia Barosso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente