VILL 1
Attualità
Iniziativa

Villafranca: per risparmiare il Comune rinuncia alle luminarie

Verrà invece allestito l’albero natalizio in piazza Sabbioni
«Rinunceremo agli addobbi luminosi per far fronte ai maggiori costi delle bollette dell’elettricità e del gas – spiega il sindaco Anna Macchia – pagheremo molto di più sia per illuminare le strade, nonostante la riconversione a led dei lampioni, sia per riscaldare gli edifici di nostra proprietà come Municipio, le scuole, la Biblioteca Civica». È chiara la sindaca Anna Macchia che non rinuncia però all’albero natalizio in piazza Sabbioni. Stelle e festoni luminosi diserteranno il centro storico come l’area della stazione ferroviaria e la statale su cui si affacciano le attività commerciali:

«Il mancato noleggio delle decorazioni ci farà risparmiare 3 mila euro, senza contare che non consumeremo energia», spiega Macchia. Non andrà meglio per il riscaldamento degli edifici pubblici: Municipio, scuole, Sala Virano (ospita i corsi del Cpia), Sala Bordone, chiesa di San Rocco (affidata al gruppo parrocchiale della borgata) e altri edifici. Appare però azzeccata l’idea di puntare sul fotovoltaico che permetterà di risparmiare: «L’uso delle fonti rinnovabili ci ha fatto risparmiare 3 mila euro per le scuole e 2 mila e 600 euro per il Municipio. Ci dispiace non poter illuminare Villafranca nel periodo natalizio, ma occorre essere sobri nel rispetto dei conti pubblici e dei tanti cittadini in difficoltà economica che quest’anno avranno poco o nulla da festeggiare».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo