La Nuova Provincia > Casa > Pensili o sulla mensola piante verdi in bagno per arredare e depurare l’aria
CasaAsti -

Pensili o sulla mensola piante verdi in bagno per arredare e depurare l’aria

Un ambiente della casa che ben si presta ad accogliere piante verdi, in particolare quelle di originale tropicale

Piante verdi in bagno

Nelle nostre case, così come negli uffici o nella hall di un albergo, un posto d’onore per fare arredamento è senz’altro riservato alle piante verdi. Amiamo circondarci della natura e portarla accanto a noi anche negli spazi chiusi, perché da essa possiamo trarre giovamento, in quanto influenza positivamente il nostro spirito. Ma dobbiamo scegliere le piante che meglio si adattano ai diversi ambienti della casa. La stanza da bagno è spesso trascurata dal punto di vista del posizionamento di vasi, ma in realtà si tratta di un ambiente che ben si presta ad accogliere piante verdi. In particolare, ovviamente, quelle che amano l’umidità, che in bagno possono ampiamente trovare. Innanzitutto sono le piante di origine tropicale a trovare la loro collocazione ideale in bagno: le orchidee, dunque, che in natura godono dell’umidità delle foreste tropicali e richiedono spazi luminosi (non bisogna però esporle alla luce diretta); il ficus pumila, noto anche come “fico rampicante”, arbusto rampicante sempreverde proveniente dall’Asia tropicale, con piccole foglie a forma di cuore di un bel verde brillante, perfetto per vasi pensili.

Pothos e Capelvenere

Molto adatto alla stanza da bagno è il pothos, una delle piante da appartamento più diffusa, dalle caratteristiche cascate verdi, molto scenografiche, che richiede pochissime cure, facilissima da coltivare ed anche da riprodurre (basta tagliare dei rami, immergerli in acqua in un vaso e in pochi giorni cresceranno nuove radici e si potranno così realizzare nuovi vasi). Altrettanto adatta al bagno è la dracena, che ha un’elevata resa ornamentale, molto apprezzata per le sue grandi foglie, a volte screziate. E’ semplice da coltivare, ama l’umidità, ma richiede ambienti luminosi. Interessanti anche le felci (comprendono oltre 7 mila specie), semplici da coltivare, non richiedono molta luce né particolari attenzioni. Così come la capelvenere, che fa parte della famiglia delle felci ed è una pianta d’appartamento molto apprezzata per la sua bellezza ariosa e per la sua altrettanto facilità di coltivazione. È un sempreverde e non necessita di tanta luce: perfetta quindi anche per i bagni meno luminosi.

Pensili o sulle mensole

Le felci ben si prestano ad essere appese, dando così al bagno un tocco di originalità. Altrimenti i vasi si possono disporre su mensole, in mezzo ai barattoli dei sali da bagno e dei profumi, oppure sulla parte alta dei mobili, in modo da non creare ingombro se lo spazio disponibile non è molto. Oltre a creare un’atmosfera più raffinata ed esotica, le piante verdi in bagno sono anche in grado di depurare l’aria: hanno tali proprietà, ad esempio, ficus, felci, orchidee, filodendro, spatifillo, edera, aloe e cactus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente