La Nuova Provincia > Cronaca > 2012 in foto
Marzo, la campagna elettorale e i funerali di Ruscalla
CronacaAsti -

2012 in foto
Marzo, la campagna elettorale e i funerali di Ruscalla

Prima del rush finale della campagna elettorale amministrativa, marzo è stato il mese in cui si sono formate quasi tutte le liste e i candidati sono usciti allo scoperto.Particolarmente attesa quella

Prima del rush finale della campagna elettorale amministrativa, marzo è stato il mese in cui si sono formate quasi tutte le liste e i candidati sono usciti allo scoperto.
Particolarmente attesa quella di Anna Bosia, consigliere comunale di minoranza uscente, che ha presentato la sua lista civica a favore di Brignolo sindaco. E poi l’Udc, con Davide Arri pronto a sfidare Galvagno e l’assessore Verrua pronto a rimettere l’incarico ai Servizi Sociali per poter cominciare la campagna elettorale come candidato a sindaco. Sempre in casa Pdl Marcello Coppo, durante le grandi manovre preelettorali si lamenta della poca apertura del suo partito verso le nuove generazioni.

Marzo, che si era aperto con la profonda commozione in città per la tragica scomparsa, in seguito a un incidente stradale a Trofarello, di Alberto Ruscalla, giovane figlio di Paolo, presidente della Tubosider, è anche stato il mese di uno degli eventi più importanti della città: l’inaugurazione della bellissima mostra sugli Etruschi a Palazzo Mazzetti, prorogata di quattro mesi per via dello straordinario afflusso di visitatori.

Sempre caldo il fronte sindacale che vede un mese in cui si annunciano tagli di posti per 25 autisti da parte del Coas, il consorzio di trasporti extraurbani a causa dei tagli delle linee conseguenti i minori trasferimenti statali alla Provincia. Una scura che ha provocato la cancellazione di numerose corse di metà mattina e metà pomeriggio. A Canelli la Gancia annuncia un anno di cassa integrazione (ancora in corso) cui dovrebbe seguire la mobilità per una decina di dipendenti nell’ambito di un’operazione di ristrutturazione aziendale dopo il passaggio del 70% della proprietà nelle mani del magnate russo della vodka Roustam Tariko. E un grido profondo di allarme arriva dal comparto edile che continua a pagare fra gli scotti più gravi della crisi persistente.

Sempre piene le pagine di cronaca che vanno dalla scoperta di una falsa cieca che prevedeva l’indennità di accompagnamento nonostante conducesse una vita normalissima all’arresto di un sessantenne di Cisterna accusato di usura (anche lui risultava invalido al sistema previdenziale italiano).
Scia di rapine, furti e spaccate in vari esercizi commerciali e in abitazioni della città, fra i quali spicca il colpo alla benzinaia derubata di 5 mila euro d’incasso. A Revigliasco una donna, in preda ad un raptus, ha aggredito marito e figlio salvo poi essere colpita da amnesia totale. Blitz all’istituto scolastico Manzoni dove fra i banchi di scuola è stata rinvenuta della droga e cinque ragazzi sono stati espulsi. A metà mese forte tensioni per una busta contenente polvere sospetta alla sede Equitalia di Asti.

Articolo precedente
Articolo precedente