La Nuova Provincia > Cronaca > Approda alla stazione di Asti la campagna informativa della polizia “Questo non è amore”
Cronaca Asti -

Approda alla stazione di Asti la campagna informativa della polizia “Questo non è amore”

Venerdì pomeriggio postazione della polizia, video, materiale informativo e messaggi sonori dagli altoparlanti

Contro la violenza sulle donne

Approda alla stazione di Asti, domani pomeriggio, venerdì, in occasione della ricorrenza di San Valentino, la campagna informativa della polizia contro la violenza sulle donne. La Questura di Asti, nell’atrio della stazione ferroviaria, nell’intento di intercettare i numerosi pendolari che quotidianamente transitano, di rientro dai luoghi di lavoro, sarà presente con una postazione, appositamente allestita, per informare la cittadinanza, e le donne in particolare, sui percorsi attivi ad Asti contro la violenza alla donna, con informazioni sull’attività svolta in materia dagli uffici della polizia.
«Verrà allestita una postazione con personale della Questura e della Polizia Ferroviaria, che, anche mediante la distribuzione di materiale informativo e la visione di filmati, fornirà chiarimenti e indicazioni sull’argomento, spiegando quali siano oggi gli strumenti e i percorsi per contrastare il fenomeno nonché l’impegno quotidiano della Polizia di Stato – spiegano dalla Questura di Asti – Contestualmente, messaggi sonori verranno diffusi in stazione per richiamare l’attenzione dell’utenza sull’argomento».

“Questo non è amore”

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto “Questo non è amore”, ideato e promosso dalla Direzione Centrale Anticrimine del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, «che ha l’obiettivo di superare gli stereotipi e i pregiudizi, per diffondere una nuova cultura di genere e aiutare le vittime di violenza a vincere la paura, rompendo la fitta rete di isolamento e vergogna. Nei due anni della prima fase del progetto, a livello nazionale, sono state quasi 80 mila le vittime di violenza che si sono rivolte alla Polizia. Nel novembre 2019 è partita la terza edizione dell’iniziativa permanente che, come espressamente affermato dal Capo della Polizia Prefetto Franco Gabrielli, fornisce “altri e nuovi elementi di informazione, vuole raccontare, chiarire, coinvolgere, far uscire dal silenzio”. Insomma, un’ulteriore occasione quella di venerdì prossimo che vuole essere un invito a riflettere su una problematica meritevole di un’attenzione costante, attraverso il coinvolgimento e la presenza in prima linea di un’istituzione al passo con i tempi quale è la Polizia di Stato sempre impegnata nella declinazione del suo “core business”: “Esserci sempre”».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente