La Nuova Provincia > Cronaca > Asti, fermato in strada dalla polizia con arnesi da scasso
Cronaca Asti -

Asti, fermato in strada dalla polizia con arnesi da scasso

Inseguimento delle Volanti in corso Casale la notte scorsa

Fermato con arnesi da scasso

Lo hanno fermato in strada con arnesi da scasso. È accaduto nella notte scorsa ad Asti. I poliziotti delle Volanti, nel corso di un servizio di controllo su strada, poco dopo la mezzanotte, hanno intercettato in corso Casale una Ford Fiesta il cui conducente, alla vista dell’auto della polizia, avrebbe effettuato un’inversione di marcia, percorrendo poi a forte velocità alcune strade tra corso Casale e corso Volta, nel tentativo di far perdere le proprie tracce. È scattato un inseguimento e gli agenti di pattuglia hanno riconosciuto l’uomo alla guida dell’auto, un cittadino albanese di 26 anni identificato nel corso di un precedente controllo su strada, che, dopo aver parcheggiato la Fiesta in una piazzola di sosta, è stato intercettato dai poliziotti mentre percorreva a piedi corso Alessandria.

Trovato un furgone rubato

L’uomo, con a carico precedenti di polizia, avrebbe raccontato agli agenti di essere diretto verso casa e di non possedere alcun veicolo: ma, perquisito dai poliziotti, è stato trovato in possesso, nella tasca dei pantaloni, delle chiavi di accensione della Ford Fiesta che veniva poi trovata, ancora con il motore caldo, a poca distanza. «All’interno dell’auto venivano rinvenuti due grossi cacciaviti, dei quali l’uomo non riusciva a spiegare i motivi della detenzione», spiegano dalla Questura cittadina. Il 26enne è così stato accompagnato in Questura e segnalato all’autorità giudiziaria per il possesso degli strumenti da scasso. Gli sono, inoltre, state contestate numerose sanzioni amministrative per violazioni del Codice della Strada. «Nella mattinata di ieri, infine, nella zona Lungotanaro – aggiunge la Questura – le pattuglie delle Volanti della polizia di Asti hanno rinvenuto un furgone Iveco Daily risultato rubato il giorno prima in provincia di Asti. Il furgone, dopo i rilievi, è stato restituito al legittimo proprietario».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente