bosco dei partigiani
Cronaca

Asti, sparatoria al Bosco dei Partigiani: ferito lievemente un ragazzino

E’ successo ieri sera. Probabilmente usata una pistola a piccolo calibro. Non si conoscono le ragioni dell’aggressione. Massimo riserbo degli inquirenti

E’ successo ieri sera

Un ragazzino di 16 anni è stato colpito, ieri, giovedì, da uno dei colpi sparati in serata al Bosco dei Partigiani.

Sulla vicenda la Procura di Asti mantiene il più stretto riserbo e ha affidato ai carabinieri, primi intervenuti, le indagini.

Piccolo calibro

Non si conosce ancora l’identità del giovane ferito nè, soprattutto, le ragioni della sparatoria. Quella zona, di sera, è spesso frequentata da piccoli spacciatori e, di conseguenza, da tossicodipendenti in cerca di acquisti, ma gli inquirenti non hanno ancora dichiarato quale sia la pista che stanno seguendo. Potrebbe anche non essere collegata al mercato di stupefacenti. Sembra che l’arma utilizzata sia di piccolo calibro.

Un giardino off limit di sera

Per ironia della sorte, appena quindici giorni fa, in occasione della festa della donna, era stata organizzata una passeggiata notturna fra i giardini pubblici astigiani ritenuti “off limit”, dopo una certa ora, per le donne (e non solo) a causa di presenze poco rassicuranti. Fra i parchi che erano stati “toccati” nella passeggiata notturna, c’era anche il Bosco dei Partigiani.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Una risposta

  1. Signor sindaco, vogliamo fare qualcosa o ce ne freghiamo completamente dei tanti giardini pubblici di Asti? Questi ultimi non solo sono un ricettacolo per lo spaccio, ma la maggior parte sono anche tenuti in uno stato pietoso, quasi fatiscente. O si vuole occupare solo del centro e piazza S.Secondo (zona VIP) mentre tutto il resto di Asti “chi se ne frega”?
    Fa mai un giro fuori dal centro per vedere in che stato vergognoso sono certe zone? Lo faccia la prego. e sistemi questa città, prenda come esempio Alba possibilmente.

I commenti sono chiusi.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail