leone per sito
Cronaca
La storia

Asti, storia di Leone, da cane pacioccone a eroe a quattro zampe

E’ il cagnolino che, dopo aver riscaldato il suo padrone caduto nel bosco, ha portato i soccorritori da lui

Chi l’avrebbe mai detto che Leone, il meticcio tutto nero considerato il pacioccone di casa si sarebbe trasformato in un piccolo eroe salvando il suo padrone di 80 anni immobilizzato nel bosco per una frattura al femore?
Eppure è per gran parte merito suo se Franco Malandrone, 80 anni, abitante al Palucco, è stato ritrovato dal figlio Ilario (molto conosciuto per essere stato per anni un tecnico della Coldiretti) e da due pattuglie di Volante allertate dalla famiglia.

Una storia che oggi viene raccontata con il sorriso dalla famiglia Malandrone che attende le dimisisoni del capofamiglia dall’ospedale, ricoverato per la frattura del femore.
Tutto è iniziato nel pomeriggio quando il signor Franco è uscito per una passeggiata sulle rive del Borbore accompagnato dal fido Leone e con una motosega al seguito per fare quello che fa per tutto l’inverno, ovvero tenere pulita la boscaglia sulle sponde. Secondo quando ha poi raccontato ai soccorritori, nell’abbattere una pianta ormai marcia, il tronco gli è caduto sulla gamba provocandogli la frattura del femore e, soprattutto, impedendogli di rialzarsi e chiedere aiuto. Ma a quello ci ha pensato Leone. Per ore è stato accanto a lui, accovacciato sopra la schiena per tenerlo al caldo e vegliarlo. Nel frattempo la famiglia si è preoccupata per il mancato rientro dell’anziano e la moglie ha chiesto al figlio Ilario di andarlo a cercare. Intanto è stata avvertita la polizia.
Le due Volanti intervenute sono state lasciate lontano dalle rive perché quella è stata una zona resa ancora più impraticabile dalle piogge della scorsa settimana. A piedi il figlio e i poliziotti si sono avvicinati al Borbore quando ormai era già buio. E’ stato Leone a sentire arrivare i soccorritori e a fare strada verso il suo padrone. Prima ha abbaiato, poi li ha raggiunti e li ha guidati verso Franco. Nel frattempo sono intervenuti i soccorritori del 118; anche loro hanno dovuto lasciare lontana l’ambulanza e hanno percorso tutto il tratto nel fango con la lettiga a mano che, al ritorno, con l’anziano ferito sopra, è stata portata a turno anche dai poliziotti. Tanti i ringraziamenti ai soccorritori da Franco, dal figlio Ilario e dall’altro figlio Mario, insegnante del Cpia molto noto ad Asti per il suo impegno politico.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail