palio
Cronaca
Corte d’Appello

Doping al Palio: processo in odor di prescrizione

Ieri udienza in Corte d’Appello con audizione dei consulenti. I difensori sperano nella conferma delle assoluzioni in primo grado

Si è tenuta ieri mattina, alla Corte d’Appello di Torino, l’udienza di secondo grado sul processo che aveva portato sul banco degli imputati 21 tra fantini e cavallanti del Palio di Asti con l’accusa di aver “dopato” i cavalli alla corsa del 2014.

A dicembre del 2019, in primo grado, erano stati tutti assolti e contro questa decisione la Procura aveva fatto ricorso in appello.

Nell’udienza di ieri sono stati sentiti di nuovo i due consulenti: il dottor Borione per il pm e il dottor Montana per la difesa.

Il processo è molto vicino alla prescrizione, calcolata per la fine di marzo.

Alla prossima udienza arriverà la sentenza; l’auspicio dei difensori, che non si accontenterebbero di una prescrizione, è che i giudici d’Appello dichiarino inammissibile il ricorso confermando le assoluzioni di primo grado.

(Foto di repertorio della corsa 2014)

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo